Il regista Pupi Avati: “Se la chiesa è un ambiente sacro come potrà mai infettarmi?”


“Parto da un concetto. Qui bisogna dire se si crede o no in Dio. Se crediamo in Dio, allora andare nella Sua casa non è pericoloso.  Se riteniamo che l’ ostia è sacramento salvifico, come potrà mai contagiarmi? Se la chiesa è un ambiente sacro come potrà mai infettarmi? Allora le dico che io avrei fatto celebrare le messe, con accorgimenti, dimostrando che la fede va oltre la mera ragione”.

Così ha dichiarato a Bruno Volpe de La Fede Quotidiana il noto regista bolognese Pupi Avati.

“Quelle immagini di Francesco solo in Piazza San Pietro, zoppicante e ansimante, col Santissimo, e  dopo alla Via Crucis sono immagini forti che rimangono in mente. Sembrava invocare aiuto a Dio, impotente e debole”.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments