Un sacerdote: “guai a quelli che ostinatamente rifiutano e perseguitano Gesù Cristo”


[sg_popup id=”1003″ event=”inherit”][/sg_popup]

Il primo apostolo a dare pubblica testimonianza della risurrezione di Cristo, fu San Pietro.

Nel giorno di Pentecoste, pieno del fuoco dello Spirito Santo, annunziò nella pubblica piazza l’evento che ha spezzato le catene della morte.

Gesù, figlio di Dio, non poteva restare nel sepolcro.

Il profeta Davide lo aveva detto: “Tu non abbandonerai la mia vita negli inferi né permetterai che il tuo Santo subisca la corruzione. Mi hai fatto conoscere le vie della vita, mi colmerai di gioia con la tua presenza” (Sal 16).

Da allora il mondo si divide in due parti: alcuni accettano Cristo risorto come Signore della loro vita e attendono il suo ritorno nella gloria sulle nubi del cielo; altri e sono i più, non lo accettano o non lo conoscono.

Bisogna che anche a questi sia annunziato Gesù per essere salvati.

Guai a quelli che ostinatamente lo rifiutano e perseguitano i suoi testimoni.

Beati quelli che lo amano: a questi Egli si rivela e promette un posto in Cielo.

 

AGGIUNGITI ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK. CLICCA QUI

SEGUICI SU TWITTER: CLICCA QUI

AGGIUNGITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE. CLICCA QUI


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments