Germania, solo 5 vescovi sono rimasti cattolici e si oppongono alla protestantizzazione


 

“La pandemia del coronavirus ha fatto sparire dalle cronache il “cammino sinodale” della Chiesa di Germania. Ma questo intanto va avanti”, ha scritto su Settimo Cielo il noto vaticanista Sandro Magister. “A contestare il paventato slittamento verso un modello di Chiesa protestante sono rimasti il cardinale Rainer Maria Woelki, arcivescovo di Colonia, e i vescovi Rudolf Voderholzer di Ratisbona, Stefan Oster di Passau, Gregor Maria Hanke di Eichstätt e Wolfgang Ipolt di Görlitz”.

Come scrive Magister, “tutti gli altri, cioè la maggioranza schiacciante dell’assemblea sinodale, sono invece orientati a dei cambiamenti sostanziali della dottrina e della pratica cattoliche nei quattro ambiti che saranno oggetto di delibera: i poteri nella Chiesa, il sacerdozio, le donne e la morale sessuale”.

Leggi qui l’intera riflessione di Sandro Magister.

 

Aiuta “Informazione Cattolica”, aggiungiti ai nostri social:

FACEBOOK (CLICCA QUI) TWITTER (CLICCA QUI)
YOUTUBE (CLICCA QUI) INSTAGRAM (CLICCA QUI)


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments