Padre Giuseppe Tagliareni: “il cristianesimo non è una setta giudaica”


 

A causa del problema della circoncisione dei pagani convertiti, fu fatto il concilio di Gerusalemme: il primo di tutti i concili. Gli  Apostoli e gli Anziani, cioè i capi della chiesa, si radunarono per deliberare. Il risultato fu di non imporre la circoncisione e quindi tutta la Legge di Mosè ai nuovi cristiani.

Il cristianesimo non è una setta giudaica, ma una cosa nuova, pur se le sue radici sono giudaiche. Il riferimento massimo non è Mosè, ma Gesù: la sua morte e risurrezione, il suo Vangelo, il Battesimo e l’Eucaristia. Come era stato promesso, lo Spirito Santo conduceva i discepoli del Signore a fare gli altri passi necessari, per camminare verso la pienezza della verità di Cristo, in vista della sua seconda venuta.

Oggi, nella Chiesa vi è confusione: sul celibato, sulle ordinazione delle donne, sulle “nozze gay”, sulla bontà delle altre religioni e le riunioni panecumeniche… Ma lo Spirito di verità, dove sta?

Gesù ha voluto darci il distintivo dei cristiani: l’amore fraterno, sul suo esempio, fino a dare la vita per gli altri. Non c’è amore più grande. Se ci amiamo, Dio esulta e ci fa grazia; non ci considera più servi, ma amici e farà sì che il nostro frutto rimanga.

Se ci amiamo in Cristo, rimaniamo nella verità e non ci lasceremo sedurre dalla menzogna.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments