Le “Catene invisibili” di Giovanni De Bari, ex sottufficiale dei Carabinieri


RIUSCIRÀ EMANUEL A LIBERARSI DALLE CATENE INVISIBILI CHE LO LEGANO?

A cura di Angelica La Rosa

Santiago è tormentato dal ricordo della moglie rapita e uccisa in Argentina, durante la dittatura degli anni ‘70, da un militare di uno squadrone della morte, Alvaro Ramirez. Quando termina la dittatura, Ramirez scompare e nonostante sia ricercato per crimini contro l’umanità, omicidi e torture, nessuno è mai riuscito ad arrestarlo. Trentaquattro anni dopo, Santiago lo riconosce a Roma a un convegno di italo-argentini e ricomincia a cercarlo. La sua improvvisa morte, per cause apparentemente naturali, lascia dei dubbi nel figlio Emanuel, il quale non sa che il padre ha avviato delle indagini personali per ritrovare Ramirez. Emanuel è un semplice consulente finanziario, ma quando prosegue le ricerche del padre, la sua vita viene travolta da una serie di accadimenti, che lo colpiscono alle spalle, facendolo cadere in molte trappole, e lo costringono a fuggire per difendersi da nemici sconosciuti. Riuscirà Emanuel a liberarsi dalle catene invisibili che lo legano?“.

E’ questa la presentazione del nuovo libro di Giovanni De Bari. Nato a Roma nel 1970, dove è cresciuto e vive, Giovanni De Bari, sposato e padre di tre figli, ha una indole eclettica e artistica, adora dipingere ed ha un profondo desiderio di conoscenza. Sottufficiale nell’Arma dei Carabinieri, De Bari è stato a Palermo, nel pieno della guerra antimafia e degli attentati ai magistrati Falcone e Borsellino.

Dopo tre anni di lavoro a Chieti e a Roma presso il Comando Generale dell’Arma, De Bari dal 2006 ha cambiato completamente attività lavorativa ed ora è tecnico audio-video presso un’istituzione statale.

Nel 2015, dopo un periodo di crisi personale e di inquietudine, durante la quale ha rischiato di rovinare anche gli affetti familiari, De Bari ha sentito il desiderio di raccontare una storia che descrivesse una realtà mistificata, percepita in modo alterato. Partendo da appunti scritti di getto e non avendo una trama ben definita, ha cercato di rendere, nel tempo, il testo coerente e coeso, mettendo insieme i pezzi come in un puzzle.

Ne è venuto fuori “Catene invisibili“, un libro che avrà un futuro!


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments