Coronavirus, il dottor Renzo Puccetti a chi nega il numero dei morti…


 

Ma io come faccio a dovermi sorbire colleghi che si straparlano addosso?

Ora sta girando la … (bip) che avrebbero considerato morti per il coronavirus tutti quelli che sono morti.

Proviamo con un grafichino esplicativo (insieme alla tabella Istat):

PER INGRANDIRE CLICCA SULLE IMMAGINI

 

1) Nella prima parte dell’epidemia sono deceduti in Italia quest’anno per tutte le cause 90.946 persone (Tutte le cause, Toc Toc, capito bene?) Ok, procediamo.

2) Nel quinquennio precedente sono morte mediamente nello stesso periodo 65.592 persone. Ci siete?

3) Ora tenetevi forte, prendete la calcolatrice e fate la differenza. 25.354 persone che sono morte in più nello stesso periodo, 6 settimane nel 2020. Vi torna?

4) Le persone che però l’IStituto Superiore di Sanità ha conteggiato come morti Covid in quelle 6 settimane erano 13.710. Tredicimilasettecentodieci sono meno di novantamilanovecentoquarantasei sì o no? Allora, sono stati conteggiati tutti i morti come Covid? Toc Toc, c’è qualcosa oltre l’eco?

5) Ora, secondo i miei illuminati colleghi, di che cosa saranno morte le 25.354 persone che sono morte in più di quanto non sarebbe dovuto succedere se tutto fosse andato come negli anni precedenti? Del buco nell’ozono? Delle strisce chimiche? Dei raggi cosmici? Delle congiunzioni astrali sfavorevoli? Del gombloddo mondialista? Di che saranno morte?

6) E secondo i suddetti colleghi, 25.354 è un numero minore o maggiore dei 13.710 morti Covid? E se è maggiore, non sarà, tanto tanto, che i morti da Coronavirus non sono sovrastimati, ma sono piuttosto sottostimati per il fatto che non tutti quelli che sono morti da coronavirus hanno avuto il tampone? Non vi balena questo piccolo sospetto?

P.S. forse pensate che anche l’Istat presieduto da quel galantuomo che è il professor Blangiardo faccia parte del GOMBLODDO?

DOTTOR RENZO PUCCETTI

 


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments