L’angelologo su Giovanni Paolo II: “non è possibile amare Maria senza amare gli angeli”


 

“Di tutti i pontefici, San Giovanni Paolo II è  quello che maggiormente ha parlato e si è occupato degli angeli”, ha spiegato il celebre angelologo e demonologo don Marcello Stanzione.

“Tenne due cicli di catechesi una in estate a Castelgandolfo e la seconda in Vaticano.  Del resto egli era un mistico e si affidava alla intercessione degli arcangeli”, ha spiegato a La Fede Quotidiana don Stanzione. “Ogni giorno dedicava loro tempo e preghiera”.

Don Stanzione ha ricordato che quando venne restaurata la statua di San Michele collocata a Castel Sant’Angelo, San Giovanni Paolo II la benedisse e consacrò Roma all’Arcangelo. “Invocò la sua protezione contro tre pesti: il divorzio, la peste e la violenza”. Andò anche  in visita al Santuario di San Michele Arcangelo a Monte Sant’Angelo, sul Gargano. Nel 1994 esortò a recitare alla fine della messa la preghiera a San Michele, quella scritta da Leone XIII”.

“Non è possibile amare Maria senza amare gli angeli”, ha concluso Don Stanzione. E San Giovanni Paolo II ha amato moltissimo sia la Beata Vergine Maria sia gli angeli.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments