Padre Giuseppe Tagliareni: “c’è tanta ignoranza sulle cose di Dio e di Gesù”


 

Dopo il primo annunzio del Vangelo, c’è sempre bisogno di ulteriore istruzione per essere confermati nella fede e autenticati nella dottrina. C’è tanta ignoranza sulle cose di Dio e di Gesù; d’altra parte ci sono sempre nemici e contestatori, che negano che Gesù è il Cristo. Perciò fin dall’inizio, gli Apostoli si premuravano di confermare i nuovi discepoli e di istruirli nella dottrina di Gesù, di cui solo loro sono i maestri.

Un discepolo ben istruito può diventare maestro; così a poco a poco nacque una seconda generazione di apostoli, che non avevano conosciuto direttamente Gesù, ma che sono stati istruiti dai primi, i testimoni autentici della sua dottrina e della sua risurrezione, come Pietro, Giovanni e infine, Paolo.

La Chiesa deve essere “apostolica”, cioè fondata sugli Apostoli e i loro successori stabiliti da loro stessi. I Protestanti hanno perso la successione apostolica, perché sono nati dalla ribellione di Lutero 1517). I Giudei ed altri rimangono nemici dichiarati.

Gesù ci dà la certezza che siamo amati dal Padre suo, per- ché lo abbiamo accolto con amore e abbiamo creduto che egli da Lui viene. Egli ci invita a chiedere tutto nel suo Nome: “Chiedete e otterrete, perché la vostra gioia sia piena”. Il Padre e il Figlio infatti, sono una cosa sola. Non si può possedere l’uno senza l’altro. Ora noi abbiamo Gesù nel Sacramento!


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments