Padre Giuseppe Tagliareni: “rimanendo fedeli le prove si superano”


 

Prima di salire al Cielo, Gesù aveva detto ai suoi di andare in tutto il mondo ad annunziare la lieta novella del Regno e fare discepoli, insegnando loro ad osservare tutto ciò che Lui aveva detto. L’impianto di una nuova comunità di credenti richiede tante cose, dopo il primo annunzio. Occorre continuare la formazione dei nuovi adepti e iniziarli a ricevere i Sacramenti, a cominciare dal Battesimo. Poi viene la Cresima o Confermazione e l’Eucaristia, partecipando allo “spezzare il pane”, cioè alla S. Messa.

Paolo, passando ad Efeso, dove gia’ c’era stato il primo annunzio, si accorse che alcuni avevano ricevuto solo il battesimo di Giovanni, che era di preparazione e di penitenza. Li ribattezzò nel nome di Gesù. Poi impose le mani su di loro e quelli ricevettero lo Spirito Santo, di cui ignoravano persino l’esistenza: “si misero a parlare in lingue e a profetare“, come era avvenuto agli apostoli a Pentecoste. Fu un segno meraviglioso dell’intervento divino.

 Gesù cercò di prevenire lo scandalo della sua Passione, dicendo agli apostoli: “Mi lascerete solo”. Ma riconferma l’assistenza del Padre e li perdona in anticipo. Anch’essi subiranno le loro prove, ma se rimangono fedeli, le supereranno. E profetizza: “Nel mondo avete tribolazioni, ma abbiate coraggio: io ho vinto il mondo!”.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments