Uccise 69 persone, bimbi compresi, colpevoli di non essersi sottomessi all’Islam


 

I corpi di 69 persone, tra cui diversi bambini, sparpagliati su una vasta area, perché il commando dello Stato Islamico (ISWAP) inseguiva le vittime, sparando e schiacciandole da vive con i loro veicoli.

Così si presentava oggi il villaggio di Felo nello Stato del Borno (Nigeria), un massacro di civili che stavano sorvegliando tutta la propria ricchezza costituita dai capi di bestiame portati ad abbeverarsi.

Sessantanove persone dalla pelle color dell’ebano massacrate in nome di una ideologia malvagia e nel pressoché totale silenzio.

Colpevoli di non essersi sottomessi all’Islam in vita, inutili alla narrativa dei media partigiani da morti. All Black Lives Matter.

Lorenzo Capellini Mion

 

Ps. Borno è uno dei 36 stati della Nigeria, situato nel nord-est della Nigeria, con capitale Maiduguri (qualche volta conosciuta come Yerwa). Fu creato nel 1976 da una parte del North-Eastern State. Fino al 1991 comprendeva anche la regione dello Stato di Yobe.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments