Nigel Farage: “i Black Lives Matter finanziati da George Soros e supportati da istituzioni progressiste”

1

“La libertà di parola non è mai stata così a rischio come lo è ora”, lo ha dichiarato Nigel Farage, spiegando che questa volta gli avversari della libertà di parola “sono altamente organizzati e le loro reti stanno facendo pressione su chiunque metta in discussione le tattiche dei movimenti di estrema sinistra come Black Lives Matter”.



Parlando con Laura Ingraham di Fox News, il leader del Brexit Party ha avvertito che ciò che rende questa battaglia per la libertà di parola diversa dalle altre in passato è “il livello di organizzazione” e “il sostegno” che gruppi come Black Lives Matter ricevono “dalle potenti istituzioni progressiste”.

“Black Lives Matter è supportato, ovviamente, da altre organizzazioni come Media Matters. Potete riscontrare che gran parte dei finanziamenti arrivano da George Soros e da molte altre persone”, ha affermato Farage su The Ingraham Angle.

Farage ha dichiarato che c’è una tattica per mettere a tacere coloro che mettono in dubbio l’ortodossia di estrema sinistra sui media. “Se si osa domandare chi sono i Black Lives Matter, qual è la loro agenda, cosa rappresentano davvero, o se è accettabile la folla non controllata per le strade o l’abbattimento delle statue, rischi di essere licenziato o boicottato. Le società che pubblicizzano attraverso le stazioni televisive, le stazioni radio, sui giornali, rischiano di venire attaccate dalla folla e, quanto meno, riceveranno centinaia di migliaia di e-mail da persone che scrivono: ‘non compreremo mai più il tuo prodotto se continui a fare pubblicità con questa organizzazione multimediale'”.



Per Farage “non c’è solo ‘la regola della mafia’ per le strade, in realtà sta cambiando l’intera forma e la percezione dei nostri media”.

Criticando il Primo Ministro britannico Boris Johnson per non aver preso una linea dura sulle violente e distruttive proteste del BLM a Londra, Farage ha ricordato che la statua del primo ministro Winston Churchill è stata vandalizzata due volte, e per questi fatti non sono stati fatti arresti.

Secondo Farage gli estremisti di sinistra con le proteste e distruzioni attaccano l’intera storia britannica. “Quello che abbiamo visto a Londra e in altre città del Regno Unito nelle ultime due settimane non ha quasi nulla a che fare con l’uguaglianza razziale e l’equità, che, naturalmente, tutti noi vorremmo vedere. Questo è un tentativo anarchico marxista di abbattere e farci mancare di rispetto alla nostra storia. Secondo loro dovremmo detestare i nostri eroi nazionali. Si tratta di cambiare radicalmente l’intera società. Ma noi dobbiamo resistere”.



“Vogliono distruggere lo stato-nazione, il capitalismo, l’unità familiare e praticamente tutto ciò per cui abbiamo lottato e le generazioni precedenti hanno combattuto. Abbiamo bisogno di persone coraggiose in politica e nei media per essere saldi e non per permetterci di vivere sotto il dominio di questa mafia”, ha concluso Nigel Farage.

One thought on “Nigel Farage: “i Black Lives Matter finanziati da George Soros e supportati da istituzioni progressiste”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Post

"L'ONU ha portato la guerra ai bambini non ancora nati e alla riproduzione umana"

Ven Giu 26 , 2020
Quest’anno ricorre il 75° anniversario della fondazione delle Nazioni Unite. “L’Istituto Ruth non celebrerà”, ha […]