Vescovi americani reagiscono alla sentenza della Corte Suprema sull’aborto in Louisiana


“Ha vinto la legge del profitto”. E’ grande il disappunto dei vescovi americani per la sentenza della Corte Suprema sull’aborto in Louisiana.

I vescovi degli Stati Uniti hanno reagito alla sentenza della Corte Suprema che, con cinque voti contro quattro, ha bocciato la legge della Louisiana sull’aborto, una delle più restrittive del Paese. Il provvedimento, introdotto nel 2014, autorizzava i medici abortisti a praticare l’aborto solo se fosse stato possibile appoggiarsi a un ospedale in grado di garantire cura e assistenza alla gestante in caso di complicanze dopo l’aborto.

Il presidente del Comitato per le attività pro-vita della Conferenza dei vescovi cattolici USA, l’arcivescovo Naumann ha dichiarato: “l’aborto diventa ancora più distruttivo quando gli standard di base di salute e sicurezza vengono ignorati. Ci addoloriamo per questa decisione”.

“Continuiamo a chiedere a tutte le persone di fede di pregare per le donne che cercano l’aborto, spesso sotto un’enorme pressione, affinché trovino alternative che valorizzino veramente loro e la vita dei loro figli”, hanno dichiarato i vescovi della USCCB.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments