Guerre mondiali e neoliberismo hanno le loro basi nella visione economicista


 

La crisi della modernità nasce dalla errata visione dell’Uomo nata alla fine del Settecento.



Come un postulato matematico conduce inevitabilmente a determinate conseguenze allo stesso modo la visione dell’Uomo porta inevitabilmente ad una determinata società e la visione ottocentesca ha portato alle guerre mondiali e al neoliberismo.

***

Per la rubrica che Informazione Cattolica offre per accompagnare i suoi lettori in vacanza attraverso video che meritano di essere ricordati, vi proponiamo la visione di questo intervento di Enzo Pennetta, attraverso il quale si spiega l’errore della visione economicista a partire dalle origini.





Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments