Novena ai nonni di Gesù per bloccare il ddl sull’omotransfobia


Inizia il 17 e termina il 25 Luglio

Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

Sant’Anna e San Gioacchino

Secondo il protovangelo di Giacomo ed un’antica tradizione che risale al II secolo, ebbero questi nomi i genitori della beata Vergine Maria. Il culto di sant’Anna esisteva in Oriente già nel secolo VI e si diffuse in Occidente nel secolo X. Più recente è il culto di san Gioacchino.

Dai «Discorsi» di san Giovanni Damasceno, vescovo

Poiché doveva avvenire che la Vergine Madre di Dio nascesse da Anna, la natura non osò precedere il germe della grazia; ma rimase senza il proprio frutto perché la grazia producesse il suo. Doveva nascere infatti quella primogenita dalla quale sarebbe nato il primogenito di ogni creatura “nel quale tutte le cose sussistono” (Col 1, 17). O felice coppia, Gioacchino ed Anna! A voi é debitrice ogni creatura, perché per voi la creatura ha offerto al Creatore il dono più gradito, ossia quella casta madre, che sola era degna del creatore. Rallégrati Anna, “sterile che non hai partorito, prorompi in grida di giubilo e di gioia, tu che non hai provato i dolori” (Is 54, 1). Esulta, o Gioacchino, poiché dalla tua figlia è nato per noi un bimbo, ci è stato dato un figlio, e il suo nome sarà Angelo di grande consiglio, di salvezza per tutto il mondo, Dio forte (cfr. Is 9, 6). Questo bambino è Dio. O Gioacchino ed Anna, coppia beata, veramente senza macchia! Dal frutto del vostro seno voi siete conosciuti, come una volta disse il Signore: “Li conoscerete dai loro frutti” (Mt. 7,16). Voi informaste la condotta della vostra vita in modo gradito a Dio e degno di colei che da voi nacque.
Infatti nella vostra casta e santa convivenza avete dato la vita a quella perla di verginità che fu vergine prima del parto, nel parto e dopo il parto. Quella, dico, che sola doveva conservare sempre la verginità e della mente e dell’anima e del corpo.
O Gioacchino ed Anna, coppia castissima! Voi, conservando la castità prescritta dalla legge naturale, avete conseguito, per divina virtù, ciò che supera la natura: avete donato al mondo la madre di Dio che non conobbe uomo. Voi, conducendo una vita pia e santa nella condizione umana, avete dato alla luce una figlia più grande degli angeli ed ora regina degli angeli stessi.
O vergine bellissima e dolcissima! O figlia di Adamo e Madre di Dio. Beato il seno, che ti ha dato la vita! Beate le braccia che ti strinsero e le labbra che ti impressero casti baci, quelle dei tuoi soli genitori, cosicché tu conservassi in tutto la verginità! “Acclami al Signore tutta le terra, gridate, esultate con canti di gioia” (Sal 97, 4). Alzate la vostra voce, gridate, non temete.

 

NOVENA AI SANTI GIOACCHINO ED ANNA, I NONNI DI GESU’

con l’intenzione di bloccare il ddl sull’omotransfobia in discussione al Parlamento

17 Luglio – 1° Giorno

 

PREGHIERA A SANT’ANNA

O gloriosa madre di Maria, sant’Anna, per quell’invitta pazienza con cui tollerasti la tua penosa sterilità, ottieni a noi pure una costante rassegnazione in tutti i travagli di questa vita.

Gloria al Padre al Figlio e allo Spirito Santo. Come era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen.
Sant’Anna, madre della Madre di Dio, prega per noi.

 

PREGHIERA A SAN GIOACCHINO

 

O grande e glorioso san Gioacchino, quanto sono felice pensando che fosti eletto fra tutti i santi a cooperare ai divini misteri e ad arricchire il mondo della Madre di Dio, Maria Santissima! Per questo singolare privilegio divenisti potentissimo presso la Madre e il Figlio, per ottenerci le grazie necessarie. Con tale fiducia ricorro alla tua protezione e ti raccomando tutte le necessità mie e della mia famiglia, spirituali e temporali; ti raccomando inoltre la grazia particolare che desidero e che attendo dalla tua paterna intercessione… e poiché fosti modello perfetto di vita interiore, ottienimi il raccoglimento e il distacco da tutti i beni passeggeri di questa terra e un amore vivo e perseverante a Gesù e a Maria. Ti prego d’implorare per me all’Eterno Padre devozione e obbedienza sincera alla santa Chiesa e al sommo Pontefice che la governa, e ti prego di chiedere al Signore che io possa vivere e morire nella fede, speranza e carità perfette, invocando i nomi Santissimi di Gesù e di Maria, e salvarmi. Amen.

 

Gloria al Padre al Figlio e allo Spirito Santo. Come era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen.

San Gioacchino, felice padre della Madre di Dio, prega per noi.

 

SANTI GIOACCHINO ED ANNA OTTENETECI IL BLOCCO DEL DDL SULL’OMOTRANSFOBIA

 


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments