Dire che l’Inferno non esiste o è vuoto è una sciocchezza pericolosissima


XVI Domenica Anno A.

Il male esiste, non si può negare. Per questo alcuni negano Dio o dubitano della sua bontà.

Ma il male non viene da Dio, che sempre ci usa tanta misericordia e a tutti da’ tempo di ravvedersi, prima di dare il suo giudizio.

Buon grano e zizzania crescono insieme e gli uomini possono essere l’una o l’altra cosa, a seconda che ascoltano la parola di Dio o quella di Satana.

Dio tollera per un tempo, ma alla fine manderà i suoi angeli a separare gli eletti dai malvagi e operatori di scandali e ben diversa sarà la sorte: il Cielo beato per i primi; le fiamme dell’Inferno per i secondi.

Dire che l’Inferno non esiste o è vuoto, è la più pericolosa sciocchezza che c’è, perché induce a restare nei propri peccati e a rischiare di finirci dentro per sempre.

Illudersi che Dio perdona a tutti indistintamente è non conoscere la sua Santità e beffarsi della sua Giustizia.

Dio vuol essere amato. Chi lo ama, fa tesoro della sua pa- rola, che è buon seme che cresce e diventa albero; è come lievito che impastato con la farina, la prepara a diventare pane. E di questo c’è urgente bisogno.

Lo Spirito Santo attiva il buon seme e intercede per gli eletti con gemiti ineffabili. Egli sa meglio di noi ciò che ci conviene.

 

Padre Giuseppe Tagliareni

 


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments