“Protesta” nuda davanti ai poliziotti. Desolante e antifemminista


Durante la cinquantaduesima notte di violenze nella perduta Portland una ragazza si spoglia nuda e si espone così davanti alla polizia che tenta di riportare l’ordine.

Che immagine triste, specie per le donne che combattono per i propri diritti nelle società in cui davvero sono trattate da esseri umani di seconda classe.

Desolante.

 

Lorenzo Capellini Mion

 


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments