L’angelo custode viene dato solo ai battezzati o a tutti gli uomini?


È cosa certa che alcuni angeli sono stati posti a fianco degli uomini per proteggerli ed assisterli.

Questo è affermato nella Sacra Scrittura e precisamente nella lettera agli Ebrei dove a proposito degli angeli si legge: “Non sono essi tutti spiriti incaricati di un ministero, inviati per servire coloro che devono ereditare la salvezza?” (Eb 1,14).

In particolare la Scrittura attribuisce al ministero degli angeli i seguenti compiti:

– essi trasmettono agli uomini le istruzioni divine

– presentano a Dio le preghiere degli uomini

– li proteggono dai demoni

– li aiutano nello sbrigare i loro doveri.

Secondo la Bibbia ed i Padri si deve accettare come dogma l’esistenza e il compito degli angeli custodi per gli uomini in generale.

Invece non è dogma (e cioé “de fide”) che ogni singolo fedele abbia un suo angelo custode, ma è dottrina certa in teologia.

I teologi medievali erano tutti concordi nel ritenere la dottrina dell’angelo custode e ritenevano che non soltanto i cristiani, ma tutti gli uomini siano custoditi da uno spirito celeste.

Il Catechismo della Chiesa cattolica fa capire tutte queste cose quando dice: “Dall’infanzia [Mt 18,10] fino all’ora della morte [Lc 16,22] la vita umana è circondata dalla loro protezione [Sal 34,8; Sal 91,10-13] e dalla loro intercessione [Gb 33,23-24; Zc 1,12; Tb 12,12].

«Ogni fedele ha al proprio fianco un angelo come protettore e pastore, per condurlo alla vita» [San Basilio di Cesarea]. Fin da quaggiù, la vita cristiana partecipa, nella fede, alla beata comunità degli angeli e degli uomini, uniti in Dio” (CCC 336).

Noi possiamo andare al di là di quanto affermava san Basilio di Cesarea e dire che non solo ogni fedele ma ogni uomo ha il suo angelo custode. Dio infatti vuole condurre a salvezza tutti gli uomini.

Mi piace ricordare quanto, secondo i teologi, gli angeli custodi compiono nella nostra vita:

– tengono lontano dai noi protetti i pericoli del corpo e dell’anima,

– ispirano al bene,

– portano le nostre preghiere a Dio e pregano per noi,

– ci conducono, nel momento della morte, davanti a Dio.

La protezione dei moribondi contro il demonio è, secondo i Padri, compito speciale dell’arcangelo Michele.

Padre Angelo Bellon


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments