Quale lettura sulla reale finalità della pdl sull’omotransfobia è stata riconfermata?


Ricapitolando: viene fatta una proposta di legge dichiarando che la finalità è l’abbattimento di violenza, discriminazioni, etc. contro persone LGBTQ.

Istituzioni, popolo, esperti di ogni campo, profili politici, femministe, persone con tendenze omosessuali, esponenti transessuali dichiarano le insidie di una pdl che di fatto introduce lo psico-reato limitando la libertà di alcuni cittadini.

Promotori e sostenitori della pdl negano che abbia in sé alcuna deriva liberticida.

Viene discusso e approvato l’emendamento “Salva-idee” a tutela esplicita di libertà di coscienza e opinione.

Sulle pagine dei promotori moltissimi commenti di utenti a sostegno della pdl si dicono scontenti perché garantire la libertà di coscienza, opinione ed espressione a tutti indistintamente come da Costituzione depotenzia la pdl di legge rendendola, secondo loro, inutile.

Risultato?

A parte la gravità di constatare atteggiamenti volutamente inclini a ridurre la libertà altrui mediante sanzione penale, quale lettura sulla reale finalità della pdl è stata riconfermata?

 

Professoressa Giulia Bovassi

 

 


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments