Vi saranno 3 anni e mezzo di martirio, ma solo Gesù trionferà e regnerà con i suoi eletti in eterno.


6.08.2020 Trasfigurazione del Signore.

Il profeta Daniele vide i cieli aperti e Dio seduto in trono davanti alla corte celeste, tra miriadi di angeli.

Ci fu un susseguirsi di bestie salite dal mare che ricevettero potere per un certo tempo: la più grande aveva dieci corna, come il “drago rosso” di Apocalisse 12,3.

A questa bestia fu dato di fare guerra ai Santi e vincerli per tre anni e mezzo.

Ma subito venne presentato il Figlio dell’uomo: a lui fu dato ogni potere e un regno che non sarà mai distrutto. E con lui regneranno i “Santi dell’ Altissimo” (Dan 7,27).

Sul monte Tabor, Gesù si trasfigurò davanti agli occhi di Pietro, Giacomo e Giovanni: il suo volto divenne come il sole e le sue vesti come luce; accanto a lui apparvero Mosè ed Elia, simbolo della Legge e dei Profeti. Parlano della sua dipartita a Gerusalemme: quel sacrificio del Calvario da cui scaturirà la vita vera per i vivi e per i defunti. Sentono la voce di Dio dire: “Questi è il Figlio mio, l’amato: in lui ho posto il mio compiacimento. Ascoltatelo”.

Solo Gesù può dare la Vita, perché è il Figlio amato, che sul la croce ha espiato il peccato. È lui solo che bisogna ascoltare e seguire; tutte le altre religioni sono fasulle; la scienza è impotente; le varie Bestie che dominano il mondo saranno abbattute. Vi saranno tre anni e mezzo di martirio, ma solo Gesù trionferà e regnerà con i suoi eletti in eterno.

 

Padre Giuseppe Tagliareni

 


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments