Pillola abortiva: “ho gettato nel water il mio bimbo. È stato atroce, ho avuto incubi, ora ho un fibroma”


“Mi avevano detto: ‘Sarà come una mestruazione, ma più abbondante’. Invece mi sono trovata a contorcermi dal dolore per i crampi e gli svenimenti. I denti battevano e dopo aver vomitato tutto ero disidrata. E quando ho espulso il mio bambino ero sul bidet e l’ho gettato nel water mentre le infermiere mi chiedevano se avevo finito. È stato atroce, ho avuto incubi per un anno e ora mi hanno trovato un fibroma”, così Natascia.

Una testimonianza realmente toccante quella che potete ascoltare sotto, la testimonianza di Natascia, una modella che ha usato la pillola abortiva RU486.

Dimostra che non è tutto così semplice come è stato illustrato dal ministro Roberto Speranza, responsabile della Sanità italiana per il governo rosso-giallo guidato da Giuseppe Conte.

Ci sono problemi fisici e psicologici gravissimi di cui non si parla.  Com’è possibile che l’uso di questa pillola venga accolto con esultanza dalla maggior parte dei media?

“La società ti fa credere che hai esercitato un tuo diritto e quindi puoi stare con la coscienza tranquilla… ma non è così! E’ vero che puoi anestetizzarti e poi ancora anestetizzarti, addormentare la coscienza… ma la qualità della tua vita lentamente cambierà, senza tu te ne accorga. Perderai ogni volta un po’ della tua anima e con essa un po’ di felicità. Andrà via l’armonia che in te e la trasformazione in zombi andrà avanti senza tu te ne renda conto”, ha spiegato Natascia.

 


Subscribe
Notificami
2 Commenti
Oldest
Newest
Inline Feedbacks
View all comments

Uccidere una creatura di Dio non è un diritto.
Il diritto di uccidere “lecitamente” è facoltativo per criminali e medici papponi e senza coscienza.

L’aborto è uno peccati capitali in cui non c’è perdono. Mi fa pensare una storia simile ma con svolti diversi: un medico riceve nel suo studio una mamma che voleva abortire, il medico, un obiettore di coscienza, per farla desistere gli ha detto: invece di abortire uccidiamo l’altro figlio, un bambino di 3 anni che la donna aveva con sé, al chè la donna gli ha detto ma che c’entra…. allora il dottore gli ha detto che abortire è la stessa cosa di uccidere un bambino. La donna è andata via senza abortire….