Tanti hanno perso la fede, nutriti da Tv, eresie, sétte, film


Dio giudicherà pastori e gregge: capi e popolo di Dio.

I Pastori sono l’autorità che deve prendersi cura delle “pecore”: dirigerle, nutrirle, difenderle, risanarle, farle produrre i buoni frutti che il Padrone (Dio) si aspetta. Invece, accade che i “Pastori” nutrono se stessi e non si curano del gregge, cosicché le pecore si ammalano e si disperdono; diventano preda di lupi, serpenti e sciacalli; l’ovile langue e si svuota. Cosi oggi è la Chiesa.

Tanti hanno perso la fede, nutriti di ateismo nelle scuole, di pascoli avvelenati (Tv, eresie, sétte, film).

Vescovi e Sacerdoti non curano le anime: non hanno tempo; hanno corsi, convegni, viaggi, occupazioni differenti; non danno i pascoli della Parola di Dio e dell’Eucaristia; non tolgono i peccati con la Confessione; non fanno proseliti; non preservano i giovani dai vizi; non curano le famiglie; non difendono dai lupi (spacciatori, pornografi, massoni, satanisti); né dai luoghi di perdizione (pub, discoteche, spiagge, concerti, vita nottura). Dio chiederà severo conto.

Dio chiama a tutte le ore della vita e premia con il Paradiso coloro che lavorano anche una sola ora per Lui.

Così avvenne per il buon ladrone, che convertitosi cercò di convertire l’altro ladrone, crocifisso con Gesù.

Chi da sempre lavora per Dio, non deve essere geloso del premio eterno né invidioso della bontà di Dio che ci vuole tutti salvi.

 

Padre Giuseppe Tagliareni

 


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments