“La fedeltà nei confronti degli altri è inseparabile dalle nostre relazioni con il creato”


Nel corso dell’udienza giubilare in piazza San Pietro del 14 maggio 2016, Papa Francesco ci ha ricordato che «la pietà non va confusa con la compassione che proviamo per gli animali che vivono con noi» e che «accade che a volte si provi questo sentimento verso gli animali, e si rimanga indifferenti davanti alle sofferenze dei fratelli». Al tempo il Santo Padre dovette subire per queste sue parole di assoluto buon senso la replica piccate dei gruppi animalisti che, fra le varie piacevolezze, lo hanno persino cercato di tacitarlo invitandolo a «pensare ai preti pedofili».

Con parole meno dirette ma non meno incisive, il Santo Padre ha ripetuto tali insegnamenti nell’ultimo Messaggio per la celebrazione della Giornata mondiale di preghiera per la cura del creato, pubblicato il 1° settembre 2020. Parlando dell’esistere inter-relazionale dell’uomo, infatti, il Pontefice ha affermato che «abbiamo costantemente bisogno di ricordare che “tutto è in relazione, e che la cura autentica della nostra stessa vita e delle nostre relazioni con la natura è inseparabile dalla fraternità, dalla giustizia e dalla fedeltà nei confronti degli altri”» (Messaggio del Santo Padre Francesco per la celebrazione della Giornata mondiale di preghiera per la cura del creato, 1° settembre 2020). In pratica la fedeltà nei confronti dei nostri simili è “propedeutica” e, direi, logicamente prioritaria rispetto alle “relazioni” da impostare con la natura nei suoi vari “regni” animale, vegetale e minerale. Questo perché, come ha scritto il teologo amico di Papa Bergoglio e suo connazionale Don José María Recondo, «il nostro Dio definisce la sua fedeltà come un amore senza ritorno, come eterna durata della sua tenerezza e della sua misericordia. Perché il vero nome della sua fedeltà è il perdono, un perdono che riapre sempre il futuro» (Josè Maria Recondo, La speranza è un cammino, EDB, Bologna 2013, pp. 59-60). 

 

Giuseppe Brienza

 


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments