La tracotanza di Lucifero è destinata al tracollo e il suo impero sul mondo a cedere al Regno di Dio che viene


 

Di Padre Giuseppe Tagliareni

La Madonna è colei che è servita a Dio per fare incarnare il Verbo Suo Figlio e così redimere l’umanità peccatrice. Servirà pure per sconfiggere definitivamente Satana, che rinnova i suoi attacchi alle anime, alla famiglia, alla Chiesa, al mondo intero per portare gli uomini alla distruzione e alla dannazione eterna. Maria SS. profetizza che Dio abbatte i potenti dai troni e innalza gli umili: la tracotanza di Lucifero è dunque destinata al tracollo e il suo impero sul mondo a cedere al Regno di Dio che viene.

Ad Efeso (431) la Vergine fu riconosciuta dalla Chiesa come Madre di Dio fatto uomo e così venne debellata l’eresia ariana  che negava la divinità di Cristo (come fanno oggi i Testimoni di Geova). Contro l’invasione islamica dell’Europa furono condotte delle memorabili vittorie fatte nel nome di Maria, come a Lepanto (7 ottobre 1571) e a Vienna (12 settembre 1683). A Fatima la Madonna ha rivelato (13 ottobre 1917) di essere la Donna vestita di sole che schiaccerà la testa al serpente infernale e che questi sono i tempi in cui verrà il trionfo del suo Cuore Immacolato.

La lotta tra la Vergine e il Dragone si pone a molteplici livelli. Satana attacca il Regno di Dio nell’intimo dell’uomo, nella famiglia, nella società, nella Chiesa, nel mondo intero. Nel cuore dell’uomo cerca di mettervi idoli vani che non possono dare vita: l’io, il denaro, il lusso, il potere, il divertimento, la dimenticanza di Dio, una donna, un uomo, la carriera, la fuga, l’alienazione. Nella famiglia mette incomprensione, divisione, divorzi, convivenza, rifiuto dei figli, conflitto, infedeltà, ribellione.

Nella società il Maligno ha stabilito il potere del più forte sui più deboli, dei più ricchi sui più poveri, di quelli che contano sui tanti che non contano. Ha stabilito il modulo della conflittualità permanente, della concorrenza, dell’eliminazione dell’avversario, della corsa agli armamenti, della conquista dei mercati e delle fonti di energia. Il suo impero è basato sul trionfo della menzogna e della violenza, sulla prepotenza e prevaricazione.

A livello della cultura, Satana ha sedotto i migliori cervelli (studiosi, scienziati, uomini e donne di cultura, professori, etc.) e le persone più influenti (Vip, attori, cantanti, registi e gente dello spettacolo, della moda, etc.). Si può dire che i mass-media e tutto il mondo del divertimento è in mano al demonio. Infatti trionfa il vizio, l’effimero, l’evasione, la negazione di Dio e si propugna sempre più un vivere come se Dio non ci fosse.

Egli cerca di cancellare tutto ciò che sa di sacro e di cristiano: la domenica come “Giorno del Signore” e della risurrezione di Cristo, il Crocifisso nei luoghi pubblici, l’influsso della religione cattolica nelle scuole e nella società. Attacca direttamente la Chiesa nel suo Magistero, nella Liturgia, nella figura del Papa, nel suo Catechismo, nella sua morale, nella sua teologia. È entrato nei Seminari, negli istituti religiosi e tra le fila dei Vescovi e dei Cardinali, mediante la Massoneria ecclesiastica.

Per mettere in minoranza il numero di cristiani in Europa e meglio cancellare il Cristianesimo ancora residuo, smuove masse di milioni di extra-europei soprattutto di religione islamica ad invadere le nostre terre. La società diventa multi-etnica e multi-razziale; avanza l’islamizzazione forzata dell’Europa, che sempre più va perdendo le sue radici cristiane e la sua nobile civiltà, che nasceva dal felice connubio tra classicità greco-romana e Cristianesimo, e che i vari popoli europei fecero propria per circa due millenni, con frutti ammirabili nell’arte, nella filosofia, nella scienza, nella letteratura, che superano qualunque altra cultura.

Oggi la corruzione è arrivata fino al midollo dell’uomo, al vertice e nella base, nelle persone e nelle istituzioni. Quasi tutto è marcio fino all’osso: la famiglia, la politica, l’amministrazione, la giustizia, la sanità, la scuola, l’università, la fabbrica, la finanza, la stampa, l’editoria, lo sport, lo spettacolo…, finanche la Chiesa.

Assistiamo allo sfascio della famiglia, alle unioni innaturali, alla soppressione degli innocenti nel seno materno, all’amore libero, al trionfo dell’effimero, del vizio; alla persecuzione dei giusti, alla denigrazione della virtù, alla ridicolizzazione dell’onesto, allo sballo generalizzato della gioventù, all’impero di una falsa cultura della vita che invece è morte: morte dello spirito, morte dei valori veri, morte dell’innocenza, morte di Dio nel cuore dell’uomo e della società. Siamo arrivati al caos e alla disperazione finale.

Di fronte a tutto questo male, di così vaste proporzioni che interessano non solo l’Europa ma tutta l’umanità ormai diventata “villaggio globale”, solo Dio può cambiare le cose. E lo farà, poiché l’ultima parola non può essere di Satana, anche se quasi tutta l’umanità oggi ripete empiamente il suo “Non serviam” a Dio e rifiuta Colui che Egli ha mandato per salvarsi: il Suo Cristo. Il Regno di Dio verrà con potenza, come è stato promesso e presto Satana “sarà gettato fuori” (Gv 12,31; cfr. Ap 20,1-2).

E sarà proprio la Madonna a riportare la Chiesa e l’umanità a Cristo Signore. Nelle sue apparizioni, specialmente a Fatima nel 1917, ha fatto capire che questo avverrà ai nostri giorni: il suo Cuore Immacolato trionferà e all’umanità sarà concesso finalmente un periodo di vera pace. E sarà il trionfo del Cuore di Gesù e della sua SS. Eucaristia, sarà rinnovato il dono dello Spirito Santo su tutta la Chiesa e vi sarà una umanità nuova, che riconoscerà Dio e accetterà Cristo come suo Re e Signore.

Tutta la Bibbia parla dell’avvento del Messia e del suo Regno, del gran “Giorno del Signore” in cui Egli farà giustizia di tutti i falsi idoli e degli oppositori di Dio. Vi sarà la grande purificazione della terra; solo un piccolo resto accoglierà il Signore alla sua seconda venuta (cfr. Lc 18,8), così come fu per la prima. Ma Egli verrà, poiché l’ha promesso. È sua tutta la terra ed è suo il Regno eterno. Questo Regno deve venire anche sulla terra, che Egli ha bagnato col suo Sangue divino. La Croce piantata sul Calvario e sui nostri altari ne è il segno: elevato da terra, Egli attira tutti a Sé, vittorioso sul peccato e sulla morte. Il trionfo di Cristo sarà preceduto dal trionfo di Maria, come aurora che annunzia il giorno. Più splenderà la presenza della Vergine nella Chiesa e nella società e più si diraderanno le tenebre dell’errore, della negazione, del vizio e del peccato. La Madonna affiancata da San Michele Arcangelo e da tutti gli Angeli e Santi di Dio è la celeste Regina e condottiera nella lotta vittoriosa contro le malefiche e numerosissime schiere sataniche.

I suoi punti-forza sono i consacrati al suo Cuore Immacolato (su di essi Satana non ha potere), i sacerdoti rimasti fedeli a Gesù, i “Cenacoli Mariani”, i santuari dove è zelato il suo culto (es. Fatima, Lourdes, Medjugorje, etc.), i mass-media (come “Radio Maria” e altri) che diffondono la devozione alla Madonna e il vero culto a Dio, l’arma potentissima del Santo Rosario, per cui si fa presente Cristo con i suoi misteri. Il vertice è la Santa Messa ben celebrata e il culto alla SS. Eucaristia, che è Cristo vivo con tutto il suo divino potere trasformante e vincente.

La Madonna con la sua schiera di piccoli figli, di umili che non contano, di deboli che non prevaricano, di fedeli che non tradiscono, di poveri di spirito, di peccatori pentiti e convertiti, di bambini di fronte ai giganti, abbatterà il Maligno e le sue schiere come Davide il colosso Golia, che confidava nella sua forza e nella potenza della sua armatura. Il segreto di Maria è tutto in Gesù, nell’essere sua Madre e per sua volontà anche nostra Madre. Gesù è Dio, Dio Redentore dell’umanità, Dio che libera e salva, che deve regnare sul mondo e nelle anime. Allora grande sarà la pace!


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments