Vogliono sessualizzare precocemente i bimbi e ci dovremmo fidare di quanto ci raccontano sul virus?


Di Diego Torre

 

L’OMS è divisa in regioni. Quella europea pochi anni fa, ha emanato Standard per l’Educazione Sessuale in Europa, linee guide per politici, amministratori locali e insegnanti. Si prescrive per i bambini:

Da 0 a 4 anni “godimento e piacere quando giochiamo con il nostro corpo: la masturbazione della prima infanzia”, età ideale per “la scoperta del corpo e dei genitali”.

Da 4 anni, possono “esprimere i bisogni, i desideri e i limiti, ad esempio nel gioco del dottore”. “Gli educatori dovranno trasmettere informazioni su masturbazione infantile precoce e scoperta del corpo e dei genitali”.

Fino a 6 anni, i piccoli dovranno essere istruiti “sull’amore e sulle relazioni con persone dello stesso sesso”, affrontando “argomenti inerenti la sessualità con competenza comunicativa”.

Da 4 a 6 anni è l’età ideale, per “parlare di questioni sessuali”, esplorare “le relazioni omosessuali” e “consolidare l’identità di genere”.

Tra i 6 e i 9 anni, sono pronti a conoscere e difendere i “diritti sessuali di bambini e bambine”. I maestri dovranno infatti tenere lezioni su “cambiamenti del corpo, mestruazioni ed eiaculazione”, informandoli sui “diversi metodi contraccettivi”.

E così continuando con “malattie sessualmente trasmissibili e le gravidanze indesiderate”, contraccezione , aborto, figli anche in relazioni omosessuali, prostituzione e pornografia, ma soprattutto: bisogna liberare i ragazzi dalla “influenza della religione sulle decisioni riguardanti la sessualità”!

Insomma lo Standard è uno strumento dell’ideologia gender, che implica un sesso banale e meccanico, fine a se stesso e sganciato dall’amore e dalla relazione personale.

Ci mentono sulla natura umana, vogliono sessualizzare precocemente i bambini e noi ci dovremmo fidare di quanto ci racconto sul virus?

 

 


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments