A San Gemini prove tecniche di dittatura Lgbt+


“A San Gemini la presidente del Consiglio Comunale Giacomelli della Lega ha condiviso sui social il post del segretario regionale on. Caparvi che aveva corretto i moduli della scuola, sostituendo mamma e papà alle parole genitore 1 e genitore 2. Il risultato? Le associazioni LGBT sono insorte e hanno chiesto le dimissioni della presidente”, ha scritto su Facebook, il Senatore cattolico della Lega – Salvini Premier Simone Pillon.

“Prove tecniche di dittatura gay”, “roba da non credere”, ha commentato Pillon. “Pazienza ragazz*, pazienza… Ancora il vostro amato pdl Zan non è entrato in vigore. Poi potrete chiedere l’arresto (e io aggiungerei anche pene corporali) per chi oserà pronunciare le odiose e discriminatorie parole “papà” e “mamma”, ma prima di allora dovrete sopportare questo intollerabile sopruso”.

“Vorrei conoscere la reazione della vostra mamma quando vi rivolgerete a lei con l’epiteto ‘genitore 2’. Spero abbia a portata di mano il mattarello”, ha concluso sarcastico Pillon. “Queste sarebbero le povere vittime discriminate dall’omofobia. Meditate gente, meditate…”.

 

 


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments