Il Covid c’è! Ma il terrorismo psicologico con cui ci bombardano non serve alla salute


Di Diego Torre

Oggi l’ultima cifra “paurosa”. Dall’inizio dell’anno nel mondo un milione di morti per covid (sicuro per covid?); quanti quelli per incidenti stradali, un po’ più dei suicidi. Molto meno dei morti per FAME (8 milioni) e meno dei morti per AIDS (1.24 milioni). I morti complessivi nel mondo sono 44 milioni. I nati 60, a cui si sarebbero potuti sommare altri 31,5 se non li avessero uccisi con l’ABORTO. Questi i dati odierni di wordlometer.

Grazie a Dio, il vecchio mondo continua a girare nello spazio senza fine, nonostante il giornale unico globale diffonda imperterrito il panico.

Il covid indubbiamente c’è! Le misure vanno prese con … misura, ma il terrorismo psicologico con cui ci bombardano non serve alla difesa della salute, bensì a formare persone sole, spaventate, povere e disponibili a subire qualunque esperimento di ingegneria sociale pur di sopravvivere: è il progetto di “uomo nuovo”, consumatore beota e acritico, culturalmente povero, di linguaggio ed interessi primordiali, facilmente controllabile. L’omuncolo avanza. Lo vediamo nella società, nella politica, nello spettacolo.

Non so se Hitler ha scritto nel Mein Kampf quanto segue; ma sicuramente lo ha fatto.”Il metodo più efficace per prendere il controllo dei popoli e dominarli del tutto è quello di sottrarre un pezzettino della loro libertà ogni volta, così da erodere i diritti attraverso migliaia di piccole e quasi impercettibili riduzioni. In questo modo, la gente non si accorgerà che diritti e libertà sono stati rimossi fino a quando sarà oltrepassato il punto in cui tali cambiamenti non possono essere invertiti.” Ora ci prova il Nuovo Ordine Mondiale, servendosi della paura!


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments