Quanto tempo si spreca nel mondo!


DI DON GIUSEPPE TOMASELLI (1902-1989)

 

Informazione Cattolica vi offre una riflessione scritta da Don Giuseppe Tomaselli tratta dal libro “Piccole Ostie Riparatrici”, di proprietà dell’Istituto Teologico “San Tommaso“, Via del Pozzo, 43 – 98121 Messina, al quale il libro può essere chiesto, oppure scrivendo alla mail: dongiuseppetomaselli@gmail.com.

 

Don Giuseppe Tomaselli, nato a Biancavilla (Catania) il 26 gennaio del 1902 e morto a Messina nella notte tra l’8 e il 9 maggio del 1989, entrò nel 1916 nella Congregazione Salesiana, venne ordinato sacerdote nel 1926 e, lungo il suo ministero, durato quasi 63 anni, fu parroco, insegnante, cappellano presso comunità religiose, esorcista, taumaturgo ed apostolo della buona stampa cattolica.

Proprio in quest’ultima veste diffuse ben 10 milioni di copie dei suoi 120 libri, testi che ancora sono molto richiesti e letti.

***

La Piccola Ostia deve coltivare la vita interiore e voglio darti dei suggerimenti per riuscirvi. Voglio lavorarvi per potermi gloriare di te, facendoti raggiungere un buon grado di perfezione.

Si può vivere la vita interiore pur attendendo diligentemente ai doveri del proprio stato. Con l’esercizio e la buona volontà si può riuscire a mantenere il raccoglimento abituale anche tra la varietà delle occupazioni.

Si può vivere dissipatamente nella solitudine, quando si dà libero campo ai pensieri ed agli affetti; al contrario, si può vivere nel raccoglimento, anche tra i traffici ed il frastuono, se la mente è serena ed intenta a piacere a Dio.

Il silenzio interiore, o raccoglimento, apporta calma allo spirito e può fare abbracciare l’infinito.

Se fanno silenzio tutti i sensi, dominandoli, lo spirito facilmente s’incontra con Dio, che è infinito, e trova la pace.

 

* * *

La Piccola Ostia vigili sull’amore di se stessa, sul suo amor proprio e sulla tendenza di far piacere agli altri a discapito dell’anima propria.

Ed ecco in pratica come comportarti, o cara anima!

Evita le curiosità inutili, le parole ed i discorsi oziosi, i trattenimenti a tempo perduto.

Il tempo è prezioso e non sprecarne particella. Ti è stato dato per rendere gloria a Dio e per arricchirti di meriti per l’eternità.

Quanto tempo si spreca nel mondo!

Vuoi trovare Dio? Allontanati dal mondo, da quei luoghi ove Dio è considerato estraneo e da quelle creature che non parlano di Dio e non vogliono sentirne parlare.

Così troverai la pace ed il Paradiso nel tuo cuore.

Non tralasciare la tua meditazione giornaliera. Qualche volta, per circostanze particolari, potrebbe essere di breve durata, ma non lasciarla mai.

Così pure tutte le sere fa’ l’esame di coscienza.

Io, Astro Divino, ti darò la luce necessaria e così potrai vivere di fecondità celeste.

Nel tuo cuore non voglio trovare mai esitazioni per compiere la mia volontà. Fa’ in modo che mai un atomo della terra disturbi le gelosie amorose di un Dio, che vuole essere padrone assoluto del tuo cuore. Solamente così trovo il mio riposo nelle Piccole Ostie.

Santa Teresina, esemplare di vita interiore, diceva: Io non voglio nulla, per possedere tutto, … il mio Dio! —.

Soltanto Dio può rendere pienamente felici.

Anche tu nel mondo devi essere padrona di tutto, per non essere schiava del nulla, poichè ciò che non è eterno, è nulla.

Sii delicata di coscienza, tersa come un cristallo, mite, pia, modesta, riservata e di poche parole. Una delle caratteristiche delle persone spirituali è proprio quella di essere di poche parole.

Mostrati abitualmente serena e sorridente, per dimostrare al prossimo la tua gioia interna, frutto di unione con il Re d ‘Amore.

Amandomi, tu mi doni continuamente senza accorgertene, essendo io che opero nel tuo cuore.

Quando un’anima ama e soffre silenziosamente, allora produce molto per sè e per gli altri.

La Piccola Ostia deve essere come la tortorella, ferita d’amore divino, che geme, ama e cerca di tergere le mie lacrime, mettendo una goccia di balsamo sul mio Cuore ferito.

Un poco di lievito fermenta una massa di farina.

Le Piccole Ostie siano fermento di bene nel mondo.

Fioretto: Rendersi abituale questa giaculatoria!

San Giuseppe, Patrono della vita interiore, pregate per me!

 

 


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments