“Ha servito l’Islam”. Il padre del terrorista di Parigi è orgoglioso del figlio!


Di Angelica La Rosa

Il padre dell’islamista e cittadino pakistano accusato, venerdì scorso, di aver ferito due persone con un tritacarne nei pressi degli ex uffici di Charlie Hebdo a Parigi, si è schierato in difesa del figlio dicendosi “orgoglioso” di lui perché “ha servito l’Islam”.

In un’intervista al portale Naya Pakistan, il padre di Zaheer Hassan Mehmood, un contadino che vive nella piccola città di Mandi Bahauddin, ha detto che suo figlio aveva “fatto un buon lavoro” e ha assicurato che era “molto felice” per l’attacco terroristico.

Ali Hassan ha ferito due dipendenti della società di produzione Premières Lignes vicino ai suoi stabilimenti nell’11 ° arrondissement di Parigi, luogo dove precedentemente era sita la redazione di Charlie Hebdo, che comunque aveva trasferito la sua sede in un luogo segreto dopo aver subito l’attacco terroristico del gennaio 2015.

L’autore dell’attacco di venerdì, sebbene abbia detto di chiamarsi Ali Hassan quando è stato arrestato, si è identificato come Zaheer Hassan Mehmood in un video di due minuti precedentemente registrato.

Il padre di Mehmood ha chiesto al governo pakistano e ad altri paesi musulmani di rimpatriare suo figlio. “Chiedo al governo pakistano di riportare mio figlio a casa. Ha servito l’Islam e noi siamo un paese musulmano. Mio figlio ha il cuore di un leone”, ha detto, spiegando che suo figlio pregava regolarmente ed era un discepolo di Muhammad Ilyas Qadri, il fondatore dell’organizzazione Dawat-e-Islami, che ha costruito diverse scuole coraniche in Pakistan e in altri paesi.

Nel video registrato prima dell’attacco, Mehmood ha detto che avrebbe commesso l’attacco a causa della nuova pubblicazione sulla rivista satirica “Charlie Hebdo” delle vignette blasfeme del fondatore dell’Islam che avevano causato anche il precedente attacco terroristico del 7 gennaio 2015.


Subscribe
Notificami
1 Commento
Oldest
Newest
Inline Feedbacks
View all comments

Se il Pakistan è un paese civile dovrebbe processarlo