Il cantautore Marco Tanduo: “vorrei arrivare ai cuori delle persone lontane da Dio”


Di Maria Luisa Donatiello

La musica di Marco Tanduo, d’ispirazione cristiano-cattolica, è il frutto della conversione dell’artista. TI DÀ LA VITA è l’ultimo lavoro del cantautore che, attualmente, vive a Padova.

Dopo una profonda conversione hai scelto il mezzo della musica come servizio al prossimo per annunciare l’amore di Dio sperimentato nella tua vita. Ci puoi raccontare cosa ti ha spinto a realizzare il tuo progetto?

Credo che ognuno di noi abbia una missione precisa affidatogli da Dio Padre Creatore per la propria vita. Questo l’ho capito agli inizi della mia conversione. Prima di allora in materia di fede ero molto superficiale e “vagavo” seguendo le opinioni di altri, politiche, filosofie… È stato il dire a Dio che mi ha fatto capire che la vita ha un grande valore se spesa per il bene del prossimo e il Suo Amore e quindi mi sono chiesto quale fosse il mio progetto per servirLo e ringraziarLo per avermi chiamato nella sua vigna dopo un periodo di allontanamento denso di tristezza e disperazione. L’avvicinarmi a Lui percorrendo le sue vie mi ha portato a un cammino personale di conoscenza di sé grazie al quale ho capito che il canto, la musica, il comporre canzoni erano parte fondamentale per il mio progetto: 1) sono capacità che sono innate in me, 2) mi coinvolgono appassionatamente, 3) mi danno benessere, 4) sono un gran veicolo per arrivare ai cuori delle persone lontane da Dio. Questi i motivi che mi hanno spinto a dedicarmi al mio progetto.

Ci spieghi come si svolgono i tuoi “incontri-concerti”?

Innanzi tutto il punto focale dei miei concerti è l’annunciare l’Amore di Dio con le mie canzoni ispirate al Vangelo, e la testimonianza della mia conversione o un tema evangelico nel parlato tra una canzone l’altra. Un altro obiettivo è quello di coinvolgere il pubblico durante il concerto e questo solitamente accade perché alcune canzoni, essendo semplici e orecchiabili, s’imparano nell’immediato. Dal punto di vista esecutivo, mi avvalgo di musicisti professionisti, di un fonico professionale con servizio audio/service e di un’équipe addetta al merchandising e al servizio visione pubblico. L’insieme di queste parti formano un team ben affiatato e attrezzato per offrire un concerto di qualità professionale. Rispetto alle esigenze di chi mi ingaggia propongo tre tipi di concerto/testimonianza: 1) concerto pop/rock con band per luoghi all’aperto o grandi sale, 2) concerto con band con set acustico per quando si è in teatro o chiesa, 3) testimonianza acustica come solista per altre situazioni richieste.

Nell’ultimo concerto che hai tenuto il 26 settembre nel Duomo di San Michele Arcangelo a Candiana (Padova), che tipo di pubblico hai trovato dinanzi a te?

Tutti noi siamo rimasti molto soddisfatti del concerto nel Duomo di San Michele Arcangelo a Candiana. Abbiamo trovato un pubblico molto caloroso che da subito ha risposto con il canto, il battere delle mani e questo ha permesso che si creasse una bella atmosfera. Dal punto di vista dell’età era un pubblico misto di giovani e adulti e questo ha dato a tutto un senso molto famigliare. Gesù ci ama tutti allo stesso modo, ci consola, ci sostiene… Ecco che sotto questo profilo non ci sono più disuguaglianze e si diventa un’unica“famiglia di Dio”.

In relazione alla tua esperienza personale, ritieni che i giovani si stiano avvicinando un po’ più alla musica cristiana?

Sono 20 anni che faccio musica, gli ultimi 10 dei quali passati a fare concerti di musica cristiana e posso assicurarti che negli ultimi anni ho visto un cambiamento in positivo. Molti più giovani si avvicinano a questa musica. Credo che questo sia dovuto al fatto che sono nati diversi progetti di Christian Music molto curati che hanno alzato la qualità artistica offrendo dei prodotti molto professionali che, grazie anche ai social network, possono raggiungere molti.

Guardi a qualche artista in particolare? Penso ad esempio a Nek che tra i cantati cattolici nazionali spicca certamente e che non nasconde il suo credo, anzi lo svela attraverso i testi che scrive per le sue canzoni.

Non ho un artista in particolare a cui mi ispiro, ma seguo diversi progetti principalmente di Christian Music. Seguo anche Nek e apprezzo le sue canzoni anche se non sono esplicite ma portano comunque alla profondità della fede.

Hai in programma altre date o iniziative a breve?

Certamente sì, questa settimana sono in Radio a Padova presso Radio Studio 91 per un’intervista e poi già da questo fine settimana dovrebbero concretizzarsi almeno due nuove date. Purtroppo la pandemia ha cancellato molti appuntamenti del mio tour 2020 ed ora stiamo tentando di ripartire “in punta di piedi” poiché c’è ancora indecisione e timore, giustamente aggiungo, da parte di chi organizza eventi e concerti.


Subscribe
Notificami
1 Commento
Oldest
Newest
Inline Feedbacks
View all comments

Le vie del Signore sono infiniti. A noi scoprirla confidando la nostra vita a LUI e ci viene subito illuminare perché vivo, dove vado ecc…
Grazie e Ave Maria.