I Cavalieri di Colombo: “l’aborto è la principale causa di morte negli Stati Uniti”

Di Angelica La Rosa

La Knights of Columbus Society (la Società dei Cavalieri di Colombo) ha annunciato che si terrà una “Novena per la causa della vita” come parte del mese del rispetto della vita, che negli Stati Uniti si celebra in ottobre.

La novena si svolgerà dal 4 al 12 ottobre. Ogni giorno della novena comprenderà una decina del rosario, una riflessione tratta dai testi di Papa Francesco e una preghiera mariana di chiusura tratta da Evangelium vitae, l’enciclica di San Giovanni Paolo II del 1995 sul valore e l’inviolabilità della vita umana-

“La causa della vita è oggi la priorità preminente, come indicato da Papa Francesco quando ha incontrato i vescovi degli Stati Uniti a gennaio”, ha detto il Cavaliere Supremo Carl Anderson.

“I Cavalieri desiderano unirsi a tutti i cattolici nella preghiera con Papa Francesco per la fine dell’aborto, dell’eutanasia e dei tanti mali sociali che portano malattie, famiglie distrutte, infelicità e morte prematura, soprattutto per i più deboli”.

La Chiesa negli Stati Uniti celebra il mese del rispetto della vita in ottobre e la prima domenica viene celebrata come domenica del rispetto della vita. Durante il mese la Chiesa chiede ai cattolici di riflettere sulla dignità della persona e di attivarsi per diffondere il messaggio pro-vita.

“Il tema dell’osservanza nazionale di quest’anno, ‘Vivi il vangelo della vita’, dice che con Cristo, siamo destinati a godere e coltivare la vita, il dono di essere pienamente vivi”, ha detto Anderson.

Nella domenica del rispetto della vita, la Conferenza dei Vescovi Statunitensi ha chiesto ai sacerdoti e ai diaconi di predicare gli insegnamenti della Chiesa sulla vita umana ed ha incoraggiato i laici e i religiosi ad impegnarsi in attività che contribuiscano al movimento per la vita.

Secondo la guida “2020 Respect Life”, la Conferenza dei vescovi cattolici degli Stati Uniti fornisce risorse per aiutare parrocchie, famiglie, ministeri e scuole a condividere il messaggio pro-vita. Gli altri dirigenti del ministero sono incoraggiati a utilizzare queste risorse durante gli studi biblici o altre adunanze ministeriali. I laici e il personale parrocchiale sono incoraggiati a esporre il “Manifesto del rispetto della vita” annuale a casa, nelle parrocchie o in altri luoghi pubblici appropriati.

La Conferenza dei Vescovi Statunitensi ha anche suggerito ai cattolici di trascorrere questo mese in preghiera e di tenere attività interattive per diffondere la cultura del rispetto della vita.

L’aborto rimane la principale causa di morte negli Stati Uniti. “Nel 2020 abbiamo perso vite umane a causa della pandemia di coronavirus e abbiamo subito disordini civili, ma l’aborto rimane la principale causa di morte negli Stati Uniti”, ha detto Anderson. “Mentre l’anno entra nei suoi ultimi mesi, siamo spinti a pregare di più e con maggiore vigore in modo che i cuori siano più aperti alla vita in tutte le sue fasi”, ha detto.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Post

Processo a Salvini. Caso politico o giudiziario?

Ven Ott 2 , 2020
Di Daniele Trabucco