Esame di coscienza quotidiano delle Piccole Ostie


DI DON GIUSEPPE TOMASELLI (1902-1989)

 

Informazione Cattolica vi offre una riflessione scritta da Don Giuseppe Tomaselli tratta dal libro “Piccole Ostie Riparatrici”, di proprietà dell’Istituto Teologico “San Tommaso“, Via del Pozzo, 43 – 98121 Messina, al quale il libro può essere chiesto, oppure scrivendo alla mail: dongiuseppetomaselli@gmail.com.

 

Don Giuseppe Tomaselli, nato a Biancavilla (Catania) il 26 gennaio del 1902 e morto a Messina nella notte tra l’8 e il 9 maggio del 1989, entrò nel 1916 nella Congregazione Salesiana, venne ordinato sacerdote nel 1926 e, lungo il suo ministero, durato quasi 63 anni, fu parroco, insegnante, cappellano presso comunità religiose, esorcista, taumaturgo ed apostolo della buona stampa cattolica.

Proprio in quest’ultima veste diffuse ben 10 milioni di copie dei suoi 120 libri, testi che ancora sono molto richiesti e letti.

***

Prima di confessarsi, esaminarsi: Sui Comandamenti di Dio, sui Precetti della Chiesa e sugli obblighi del proprio stato.

Le Piccole Ostie si esaminino pure sui seguenti punti:

Quale progresso ho fatto dall’ultima confessione in poi?

Come ho combattuto contro il difetto dominante in me, cioè cosa ho fatto per correggermi della mancanza, ove facilmente cado tutti i giorni . .. superbia, vanità, sensibilità, impazienza, loquacità … ?

Come mi sono preparata alla Comunione?

Ho saputo intrattenermi amorosamente con Gesù dopo averlo ricevuto?

Sono uscita dalla Chiesa dopo la Comunione, senza una vera ragione urgente, prima che fosse passato un poco di tempo?

Ho santificata l’ora preziosa, che segue la Comunione?

Lungo il giorno ho ringraziato Gesù, che si è degnato venire nel mio cuore? — Ho fatto ogni giorno un, poco di meditazione?

Ho dato buon esempio nel parlare, nel vestire e nel mio portamento? — Ho parlato di Gesù a qualche anima bisognosa?

Ho tralasciata la visitina quotidiana a Gesù Sacramentato?

A principio della mia giornata ed a chiusura, ho rivolto il primo e l’ultimo pensiero a Gesù nel Tabernacolo?

Passando davanti a qualche Chiesa, ho sempre rivolto un pensiero amoroso a Gesù?

Ho coltivato qualche affetto che turba il cuore?

Il primo posto nel cuore sia riservato a Gesù.

 


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments