Solo chi ama può contemplare il volto di Dio

Di Padre Giuseppe Tagliareni

Nella lettera ai Galati, S. Paolo ricorda che la salvezza è solo in Cristo morto e risorto e non nei riti giudaici come la circoncisione della legge mosaica.

Dopo la sua partenza infatti, dei giudaizzanti si erano intrufolati nella comunità e avevano messo tanta confusione e turbamento.

Oggi così sono i Testimoni di Geova, che annunziano la salvezza solo a chi si fa come loro.

All’interno della Chiesa, c’è una corrente che va dicendo che la sal- vezza sta nel salvare il pianeta dal riscaldamento globale, dal coronavirus col vaccino dato a tutti.

C’è chi annunzia l’adorazione della Madre Terra, che a tutti dona vita, cibo e ambiente vitale; chi annunzia una fratellanza universale non in Cristo, ma nella comune umanità e la pace nell’accordo delle volontà, restando ognuno nel suo culto, nella sua religione.

“L’abbiamo già detto e ora lo ripeto: se qualcuno vi annuncia un vangelo diverso da quello che avete ricevuto, sia anàtema!”(Gal 1,9).

Fare come il “buon Samaritano”, che si fece prossimo al povero malcapitato, aiutarlo a proprie spese, riconciliarlo con la vita: ecco il comportamento che piace a Dio e apre alla vita eterna.

Chi ama il prossimo, coi fatti e non a parole, ha osservato la legge e merita il cielo.

Dio infatti è Amore; solo chi ama può contemplarne il volto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Post

Si moltiplicano negli Stati Uniti le manifestazioni di solidarietà per Donald Trump

Lun Ott 5 , 2020
Di Lorenzo Capellini Mion