A dover rispondere del caso Gregoretti non sarà soltanto  Salvini!


Di Emanuela Maccarrone

Nel processo tenutosi il 3 ottobre presso il tribunale di Catania, il Gup, giudice dell’udienza preliminare, Nunzio Sarpietro ha chiesto la convocazione, per il 20 novembre, dell’attuale Primo ministro Conte (il quale si è dichiarato ‘a disposizione della magistratura’), di Danilo Toninelli, e di Elisabetta Trenta, mentre per il 4 dicembre sono attesi il ministro degli Esteri Di Maio, l’attuale ministro degli Interni Lamorgese e l’ambasciatore a Bruxelles Massari.

Queste convocazioni sono necessarie al Gup per accertare lo stato dei fatti attinente la gestione degli sbarchi sia durante il Governo (Conte 1), nel quale Salvini era ministro degli Interni, sia durante l’attuale Governo (Conte 2) e poter decidere sul da farsi.

Salvini commenta la decisione del Gup con queste parole:  “Mi soddisfa che il giudice interpelli il premier per chiedere: ‘L’anno successivo avete fatto la stessa cosa? Ci sono decine di articoli che dimostrano che l’iter è lo stesso’“ (Il Fatto Quotidiano del 3 ottobre 2020).

A quanto pare a dover rispondere del caso Gregoretti non sarà soltanto  Salvini!

 


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments