Pietro ad Antiochia non fu coerente e Paolo lo accusò pubblicamente, e a ragione


Di Padre Giuseppe Tagliareni

Beata Vergine Maria del Rosario: vittoria di Lepanto (1571) sui turchi.

San Paolo rivendica per i cristiani la libertà di non fare la circoncisione di Mosè che è superata dal Battesimo.

All’inizio, erano tutti circoncisi, perché ebrei; ma quando cominciarono a convertirsi i pagani, questi non lo erano e non accettavano la circoncisione. Gli stessi Apostoli fecero fatica ad accettare la tesi di Paolo.

Ma in verità il cristianesimo non è una setta giudaica! Pietro, in Antiochia non fu coerente e Paolo lo accusò pubblicamente e a ragione. Anche un papa può sbagliare nelle sue scelte concrete. Ci vuole coraggio per contrastare le scelte sbagliate di un papa! È molto più facile mettersi tra di quelli che battono le mani e gridano “Osanna!” a qualunque esternazione del pontefice, anche quando è palese che sbaglia, allontanandosi da Cristo e dal suo perenne magistero vivente. Così ad esempio, indicando una fratellanza universale ma non nel nome di Cristo.

Gesù, unigenito di Dio Padre fatto uomo, col Battesimo ci affratella e ci fa “figli di Dio”.

Per questo possiamo in lui dire: “Padre” a Dio. Ebrei e musulmani e così tutte le altre religioni non chiamano Dio “Padre” ma in altri modi.

In verità, senza Gesù non si è “figli di Dio” e non si ha accesso al Padre. Beati noi veri figli di Dio che il Padre ama!

 


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments