Va in scena la “criptopedofilia” e una forma di “infanzia violata”


Di Angelica La Rosa

“A proposito di criptopedofilia e di infanzia violata, su segnalazione dell’amico senatore Simone Bossi ho visto le immagini della mostra ‘Affiche’. Sono immensi cartelloni in giro per Cremona, con tanto di patrocinio del Comune.
Le ‘opere’ sono affisse anche davanti alle scuole e pare che siano stati organizzati percorsi didattici con i bambini delle scuole della città, accompagnati a visitare la mostra. L’amministrazione piddina è la stessa che a febbraio aveva pubblicato un opuscolo che suggeriva di far meno figli per salvare il pianeta. Vorrei evitar di dire parolacce e quindi mi limito ad osservare che treni o conigli che entrano nelle zone genitali delle bambine, o conigli sgozzati o pinocchi sadomaso non mi paiono immagini appropriate per i minori”.

Così ha denunciato su Facebook il senatore cattolico della Lega Simone Pillon.

“Una domanda al sindaco e agli organizzatori: perchè tanto accanimento sull’innocenza dei bambini? Che problemi avete? Quanto alla qualità artistica e all’evidente malizia dei contenuti lascio il giudizio a voi, ma resto convinto che immagini del genere, forse innocue per un adulto, possano essere assai pericolose per la sensibilità di un bambino”, ha concluso Pillon.

 


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments