Le reazioni a quella strana mostra itinerante per i bambini di Cremona


Di Emanuela Maccarrone

Da qualche giorno presso il Comune di Cremona è allestita una mostra all’aperto delle opere di Nicoletta Ceccoli, illustratrice di libri per l’infanzia di fama internazionale,  esposti fino all’11 ottobre, in formato gigante, in spazi di pubblica affissione.

Si tratta di una nuova edizione di “Affiche”, format espositivo che l’associazione culturale Tapirulan porta avanti da anni e che ha visto la partecipazione di altri artisti.

Le raffigurazioni sono ‘particolari’; a spiegarlo è un articolo di ‘La Nuova Bussola Quotidiana’: “Bambine che tengono in mano conigli sgozzati o che seviziano sadicamente i loro pupazzi, mondi che trasformano la fiaba in incubo. Giochi innocenti che paiono avere fini perversi, piccole sessuate e sensuali con le gambe aperte in cui si infilano oggetti appuntiti, treni o pinocchi. Piccole dallo sguardo gelido e disincantato, che mangiano lecca-lecca insanguinati o che offrono i loro seni tagliati agli spettatori”.

La mostra ha suscitato la reazione del centro-destra locale che non ha tardato ad esprimere il proprio dissenso nei confronti dell’amministrazione comunale al potere.

La consigliera comunale della Lega, Simona Sommi, ha dichiarato: “In un periodo come quello che stiamo attraversando, caratterizzato da ansia e confusione, vissuto sia dagli adulti che dai più piccoli con un senso di angoscia, anche a causa dell’emergenza sanitaria e delle pericolose sollecitazioni del mondo virtuale (e di un paio di giorni fa la sconvolgente notizia del suicidio di un bambino di 11 anni a Napoli, vittima di un inquietante ‘gioco’ on line), ci chiediamo se fosse opportuno aderire a questa iniziativa da parte del Comune di Cremona, senza coinvolgere le commissioni interessate e il Consiglio Comunale. Il gruppo consigliare Lega per Salvini Premier annuncia che verrà presentata un’interrogazione in merito “ .

Alessandro Zagni, consigliere comunale della Lega, ha scritto sulla sua pagina Facebook: “Bambine tengono in mano conigli sgozzati sui manifesti in città. Una mostra itinerante per i bambini organizzata dal Comune. Ma cosa hanno in testa i nostri amministratori?”.

Francesca Gazzina, responsabile provinciale del Dipartimento Famiglia, pari opportunità e Diritti non negoziabili di Fratelli d’Italia, sostiene: “ Non si discute la qualità artistica delle illustrazioni, ma il fatto che immagini come queste, che scivolano anche nell’horror, siano mostrate in luoghi pubblici direttamente alla vista dei più piccoli.  Le sue opere dal sapore fiabesco hanno come soggetto principalmente bambine dallo sguardo a volte ieratico, altre sensuale, altre disilluso, ma spesso, come dice l’autrice stessa in alcune interviste rilasciate: ‘Scelgo tonalità rassicuranti, che rimandano al mondo dell’infanzia, a cui associo temi più disturbanti’ “.


Subscribe
Notificami
1 Commento
Oldest
Newest
Inline Feedbacks
View all comments

…le parole non basterebbero a descrivere l’indignazione… e la vergogna…….
Povera l’autrice di tanta bassezza…. eppure esaltata addirittura a livello “internazionale!”
Ma peggio…, l’ente pubblico che ha permesso tutto questo. ..!
Questa NON PUÒ ESSERE CONSIDERATA ARTE !!!
MA SOLTANTO UN’OFFESA ALLA DIGNITÀ DEI BAMBINI.