Virus di Wuhan, la ricchezza dei 2189 miliardari nel mondo è cresciuta del 27%


Di Lorenzo Capellini Mion

Durante i primi mesi di crisi sanitaria dovuta al virus di Wuhan la ricchezza dei 2189 miliardari nel mondo è cresciuta del 27%, raggiungendo i massimi di ogni epoca e toccando la somma di 10.200 miliardi di dollari.

È quanto riportato dal rapporto della banca UBS e della società di consulenza PwC, pubblicato il 7 ottobre il cui titolo richiama la tempesta, i più avvezzi e smaliziati capiranno. Chi di simbolismo ferisce di simbolismo perisce.

A farla da padrone le società che hanno solo da guadagnarci nel rinchiuderci in casa e nel far chiudere miriadi di piccole imprese. Oltre a quelle collegate al mega business sanitario. Un oligopolio che controlla l’intero sistema mediatico e moltissimi governi, progettando un unico super governo mondiale.

È in atto un trasferimento di danaro dalla classe media a pochi conglomerati senza precedenti i grazie al più grande esperimento sociale della storia, alla fine del quale saranno state ridisegnate intere società mentre morirà più gente per la fame e per la disperazione che a causa del virus di Wuhan.

Ma ovviamente lo fanno per la nostra salute e noi possiamo tornare ad accapigliarci per le mascheline all’aperto. È rimasta una sola speranza che risponde al nome di Donald J. Trump


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments