Ecco cos’è e cosa non è l’omotransfobia e le conseguenze dell’approvazione del ddl Zan


Di Giorgia Brambilla

Ieri è ripresa in Parlamento la discussione sul ddl Zan.

Avere opinioni diverse non rende tali idee automaticamente lesive; eppure sarà automaticamente stigmatizzato e punito al pari di un “razzista” chi oserà obiettare rispetto al pensiero dominante; il quale, per rendere tutti uguali, renderà alcuni più uguali di altri, come scriveva Orwell.

Nella puntata del mio “Diario di Bioetica”, che potete scaricare QUI, spiego cos’è e cosa non è l’omotransfobia e quali potrebbero essere le conseguenze per tutti noi se venisse approvato il ddl Zan.

 

 

 


Subscribe
Notificami
1 Commento
Oldest
Newest
Inline Feedbacks
View all comments

Grazie per le info… per l’importanza data all’argomento, per la chiarezza nell’ascolto dell’audio.