Al Parlamento interessano le lobby gay e non i cittadini


Di Jacopo Coghe*

Un Parlamento che nei giorni dell’emergenza contagi dimostra di avere certe priorità, esprime chiaramente cosa preferisce e quali difficoltà intende affrontare: quella delle lobby gay e non dei cittadini. Ma è ancor più assurdo che in questa fase emergenziale non si possa bloccare una proposta così ideologica e inutile per la società, quale è il Ddl Zan, in quanto la Camera è quasi dimezzata con molti deputati a casa.

Se parte della Camera è positiva al Covid e un’altra parte in autoisolamento questo Parlamento ha la legittimità democratica? Chiediamo al Presidente della Camera, Roberto Fico, di sapere precisamente quanti contagiati o assenti per coronavirus ci sono e se ritiene la democrazia in questo modo rispettata.

 

* Vice presidente della Pro Vita e Famiglia Onlus

 


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments