Vescovi Usa si congratulano con Biden. Ruth Institute: “hanno scarsa capacità di giudizio”


Di Matteo Orlando

La dottoressa Jennifer Roback Morse, Ph.D., fondatrice e presidente del Ruth Institute, definisce la dichiarazione della Conferenza dei vescovi cattolici degli Stati Uniti, che si sono congratulati con Joe Biden per la sua elezione, “mal concepita” e “deludente”.

“Congratularsi con Biden prima che tutti i voti siano stati contati mostra nella migliore delle ipotesi una scarsa capacità di giudizio”, ha detto la Morse.

Infatti, i media non hanno l’autorità per decidere un’elezione. Soni i segretari dei vari stati federali che devono certificare i risultati nel loro stato.

Il presidente della Conferenza dei vescovi cattolici degli Stati Uniti, l’Arcivescovo Gomez, è sicuramente a conoscenza delle numerose controversie sull’integrità del processo elettorale. “Riconoscere prematuramente che Biden abbia ricevuto i voti sufficienti per essere eletto 46° presidente degli Stati Uniti significa rivendicare una conoscenza e un’autorità che non possiede”, ha aggiunto la Morse.

“Tutti gli elettori, compresi i cattolici, negli stati dove circolano accuse credibili di frode elettorale hanno tutto il diritto di contestare le elezioni attraverso tutti i canali legali”, ha affermato la Morse. “Non dovrebbe essere chiesto loro di ‘promuovere la fraternità e la fiducia reciproca’, quando la loro fiducia è stata violata da manomissioni elettorali. Le impugnazioni giudiziarie e le procedure legali dovrebbero poter procedere senza pregiudizi”.

La Morse ha riservato le sue più dure critiche alla dichiarazione finale dell’arcivescovo Gomez, che ha trovato “francamente rivoltante”.

“Chiediamo alla Vergine Maria di aiutarci a lavorare insieme per realizzare la visione dell’America come ‘una nazione sotto Dio, dove la santità di ogni vita umana è difesa e la libertà di coscienza e religione sono garantite'”, hanno scritto i vescovi.

“Ma il Partito Democratico promette di fare esattamente l’opposto su ogni punto”, ha replicato la Morse. “Elimineranno ciò che resta dei diritti legati alla coscienza religiosa. Non hanno rispetto per la vita umana innocente. E non mancano le occasioni in cui prendono le distanze da Dio”.

La presidente del Ruth Institute, una coalizione internazionale interreligiosa che difende la famiglia e mira a costruire una civiltà dell’amore, ha sostenuto che nessun cattolico può farsi la “minima illusione sulla natura del Partito Democratico”.

L’Istituto Ruth ha ricordato che la dichiarazione dell’arcivescovo Gomez “non ha l’autorità di vincolare i cattolici che potrebbero voler contestare l’elezione con mezzi legalmente consentiti. Chiediamo a tutto il clero cattolico di prendere le distanze da questa dichiarazione sfortunata e mal concepita dell’arcivescovo Jose Gomez, presidente della Conferenza dei vescovi cattolici degli Stati Uniti”.

 


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments