Shemà. Commento al Vangelo del 27 novembre della teologa Giuliva Di Berardino


Shemà (in ebraico “Ascolta”), un commento al Vangelo del Giorno di Giuliva Di Berardino.

Anche a noi, uomini e donne del terzo millennio, Nostro Signore Gesù Cristo dice: “Shemà”. Ascoltiamolo!

 

***

IL COMMENTO TESTUALE

IL VANGELO DEL GIORNO: Lc 21,29-33

venerdì 27 novembre 2020

Il vangelo di oggi conclude il  Discorso Apocalittico di Gesù, consegnandoci due riflessioni conclusive di questo discorso che ci ha accompagnato per tutta questa settimana, ultima dell’anno liturgico. Fare attenzione  ai segni che ci offre la vita, in questo tempo in cui viviamo, e, a partire da questa osservazione attenta, rinvigorire la virtù della speranza, che, come si dice in forma popolare, è “la virtù dei forti”, perché fondata sulla fede che scaccia la paura e la disperazione. Le parole di Gesù, nella parte conclusiva di questo discorso che oggi ascoltiamo nella liturgia, ci invitano a osservare la natura come indicatrice dei segni che ci orientano a ricevere la salvezza di Dio. L’osservazione della natura è sempre stato un criterio di  discernimento per gli uomini e le donne nell’antichità, sicuramente, invece, ai nostri tempi  abbiamo perso questo criterio di discernimento, e proprio per questo forse il discorso di Gesù ci è ancora più utile di quanto possiamo pensare, perché viene a farci prendere coscienza di questa ulteriore mancanza che avvertiamo. Abbiamo perso la coscienza del fatto che la natura ci inserisce nel ciclo della vita, ci fa da specchio e ci corrisponde, nei nostri modi di vita e nelle abitudini che abbiamo, perfino quelle che possiamo dare per scontato. Questo significa che ciò che Gesù ci comunica in questo contesto, che resta sempre apocalittico, cioè in riferimento alla fine dei tempi, è che un legame stretto tra il rispetto umano, il rispetto della natura e il rispetto di Dio, perché noi non siamo a contatto con delle cose, ma con un complesso mondo vivente che è in stretta relazione con noi, col nostro esistere nel tempo presente, passato e futuro. Ecco perché oggi il Vangelo per noi è molto prezioso. Esso ci annuncia che solo chi sa accorgersi della vita che lo circonda, chi sa osservare la vita nei particolari, sa anche accorgersi della vicinanza di Dio, di quanto Dio sia vicino ogni giorno. Questo discorso è molto importante perché dal modo in cui percepiamo la vicinanza di Dio impariamo la speranza, che ci fortifica nella fede. Più ci accorgiamo delle piccole cose, più impariamo a vedere dentro le cose, fino a vedere oltre, proprio come San Giovanni scrive nella prima lettura della liturgia di oggi, tratta dal Libro dell’Apocalisse (Ap 21,2): “E vidi un cielo nuovo e una terra nuova: il cielo e la terra di prima infatti erano scomparsi e il mare non c’era più. E vidi anche la città santa, la Gerusalemme nuova, scendere dal cielo, da Dio, pronta come una sposa adorna per il suo sposo“. Non si tratta di una visione idealizzata, ma di una certa visione profonda della realtà, che è capace di vedere oltre le cose, oltre le apparenze. Alleniamoci allora oggi a osservare ciò che ci circonda in modo diverso, ampio, intelligente, perché la parola intelligenza significa proprio “vedere dentro le cose” . Alleniamoci a vedere la bellezza che mette in relazione la vita e gli esseri viventi, la bontà di chi ci sta vicino, perché possiamo dilatare lo sguardo per giungere al cuore e  vedere come è vero quello che ci dice il Vangelo: il tempo che ci è dato non è un limite, ma un’opportunità per essere felici e offrire agli altri la possibilità di esserlo insieme a noi. Buona giornata!

Lc 21,29-33

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli una parabola: «Osservate la pianta di fico e tutti gli alberi: quando già germogliano, capite voi stessi, guardandoli, che ormai l’estate è vicina. Così anche voi: quando vedrete accadere queste cose, sappiate che il regno di Dio è vicino. In verità io vi dico: non passerà questa generazione prima che tutto avvenga. Il cielo e la terra passeranno, ma le mie parole non passeranno».

IL COMMENTO IN VIDEOhttps://www.youtube.com/channel/UCE_5qoPuQY7HPFA-gS9ad1g/videos

 


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments