Esclusivo. L’avv. Amato: “i fedeli dovrebbero fare disobbedienza civile sulle restrizioni al culto”


Di Bruno Volpe

Si farà regolarmente la messa di mezzanotte per la Vigilia del Natale o verrà anticipata causa Covid?

L’ ‘eventuale anticipazione non è vista di buon occhio da una buona parte dei fedeli cattolici. Abbiamo intervistato l’ avvocato Gianfranco Amato, Presidente dei Giuristi per la Vita.

Avvocato Amato cosa pensa dell’anticipo della celebrazione natalizia?

“Trovo molto grave, sia da credente, che sul piano del diritto, che avvenga più o meno quanto successo nella prima parte della pandemia. Tra Stato e Chiesa vige ed è in atto, un accordo internazionale chiamato Concordato in base al quale lo Stato non può imporre nulla alla Chiesa sul terreno spirituale e pastorale, lo dice l’art 2. Credo, al contrario, che questa Chiesa, molto debole e rinunciataria, voglia desistere, come già accaduto, a fare valere il Concordato e farlo cadere per desuetudine”.

Il problema però è che i fedeli, anche se si celebra a mezzanotte, non possono uscire di casa per il coprifuoco alle ventidue…

” La Chiesa dovrebbe invocare una deroga per motivi spirituali, non è possibile negare e violare la libertà di culto. E’ paradossale questa storia del virus che non colpisce sino alle ventidue ed è attivo un minuto dopo. Fanno bene alcuni preti coraggiosi come don Morselli che hanno detto noi celebriamo lo stesso. I fedeli dovrebbero fare disobbedienza civile se avessero gli attributi. Aggiungo che questi dpcm sono atti amministrativi non vincolanti, atti scritti ed emanati in spregio della normativa costituzionale da un oscuro avvocato di provincia neppure eletto, uno che in vita sua non ha amministrato neanche un condominio”.

L’ Europa suggerisce che non si facciano i canti del Natale in Chiesa…

“Perchè queste cose non le chiedono anche ai musulmani? La Ue stia al posto suo e non ha alcun diritto di entrare in sfere che non le competono. Mi sembra la dimostrazione ennesima di un’ Europa anticristiana, massonica, nelle mani di lobby come quella omosessualista, un’ Europa che alla prova del Covid ha fallito da ogni punto di vista. Bene fanno Polonia ed Ungheria a puntare i piedi”.

 


Subscribe
Notificami
1 Commento
Oldest
Newest
Inline Feedbacks
View all comments

Grazie, avv Gianfranco, ci vuole una voce cristiana che dia coraggio ai fedeli oltre a buoni sacerdoti persone come lei, l ammiro sempre più. Avanti con Maria