Esclusivo, Borrelli: “il Papa ha ragione, lo sport è palestra di vita, ci forgia, aiuta nelle scelte”


Di Bruno Volpe

“I giornalisti cerchino la verità. Papa Francesco ha ragione: sport palestra di vita”: lo dichiara in questa intervista che ci ha rilasciato Michele Borrelli, foggiano di Orsara, da anni al timone della tv web più amata e, seguita dai tifosi interisti, un “miracolo” editoriale, InterFan tv.

Volto fisso ed opinionista della fortunatissima trasmissione “Diretta Stadio” su 7 Gold, concorre al boom di ascoltatori frutto di un lavoro certosino della redazione, che ha lanciato o rilanciato opinionisti competenti come, oltre a Michele Borrelli, Paolo Vinci, Tiziano Crudeli, Gianni Solaroli, Massimo Brambati, Stefano Agresti, Marcello Chirico, Luciano Moggi, Furio Fede, Luca Vigliotti, Franco Melli e sino a qualche tempo fa anche il grande Elio Corno.

Come è facilmente riscontrabile “Diretta Stadio” è una commedia dell’arte applicata al calcio con sapienza, orchestrata in redazione da giornalisti di spessore come Filippo Tramontana (splendide le sue telecronache), Bonfanti, Bertone, Marcello.

Borrelli, lei foggiano di Orsara. Dal 1996 vive e lavora a Milano. Dopo anni è arrivato al successo…

“Ho fatto la mia gavetta, alla fine ho fondato questa tv”.

Molto seguita…

“Vero, merito nostro, ma soprattutto dei tanti interisti”.

Essere interista è un rischio per le coroniarie?

“Si, è così. Per essere tifosi dell’Inter ci vuole un cuore forte, penso ad alcune partite recenti in cui siamo stati capaci di complicarci la vita. L’Inter è fatta per soffrire e far soffrire chi la ama”.

Lei è ospite fisso da cinque anni a 7 Gold, un successo editoriale, nonostante vari, e poco convincenti, tentativi di imitazione..
“Noi abbiniamo sport, calcio, ma anche intrattenimento, siamo volti abituali per la gente, mai rinuciando alla professionalità si intende”.

Qual è il ruolo del giornalista sportivo…

“Il giornalista, di qualunque branca si occupi, deve cercare la verità, evitando la faziosità, con senso della misura e senza risse. Non dobbiamo ingannare la gente e, possibilmente, dobbiamo abbassando il tono delle parole”.

Lei viene da una Università cattolica. Papa Francesco spesso parla di sport…

“Lo apprezzo. Lo sport, egli dice, è palestra della vita, ci forgia, aiuta nelle scelte. Concordo col santo Padre quando definisce lo sport come molto importante, specialmente in questo tempo del Covid. Sport e calcio possono aiutare a dare serenità”.

A propositito di Diretta Stadio. Avete un grande cronista, emozionante e di spessore tecnico, Filippo Tramonatana che non ha nulla da invidiare a nomi di grande fama…

“E’ molto bravo, lo penso anche io”.

Crudeli?

“Semplicemente vulcanico, è così davvero. Pensi che quando fa gol il Milan ed io seguo in tv la partita su altra rete, metto su 7 Gold per vedere le sue reazioni”.

La sua Orsara?

“Manco da tempo e la pandemia ha fatto il resto”.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments