Per Politico.eu Giorgia Meloni è tra le 28 personalità più influenti in Europa


LA PRESIDENTE DI FRATELLI D’ITALIA INSERITA TRA I “DISRUPTIVE” (QUELLI CHE ROMPONO GLI SCHEMI E “SCAVALCANO LA STRUTTURA DI POTERE UFFICIALE”)

***

Di Angelica La Rosa

Il sito Politico.eu è una delle testate più qualificate sulla politica europea, tra le più lette a Bruxelles e più informato su quello che avviene nei palazzi della Ue.

Ha stilato la sua annuale classifica sulle personalità destinate ad influenzare maggiormente le dinamiche europee nel 2021, suddividendole in tre categorie: i “doers” (coloro che fanno), i “dreamers” (i sognatori) e i “disruptive” (quelli che rompono gli schemi e “scavalcano la struttura di potere ufficiale”).

In quest’ultima categoria, insieme a personaggi come l’inventore dell’app di messaggistica Telegram Pavel Durov e la scrittrice inglese autrice di Harry Potter J. K. Rowling, è stata inserita Giorgia Meloni.

Il motivo viene spiegato così da Politico.eu: “Recentemente incoronata come leader della destra europea, Giorgia Meloni sembra pronta a diffondere la sua capacità di disgregare senza autodistruggersi in tutto il continente. È un’abilità che sta usando per sfidare l’ex ministro dell’Interno italiano Matteo Salvini per prendere il suo posto di leader del centrodestra italiano. La sua strategia, come capo del partito di destra Fratelli d’Italia: una terza via di conservatorismo – più aperto all’Europa (in particolare ai suoi soldi) rispetto a Salvini, ma non così accomodante come quello del suo ex mentore, Silvio Berlusconi. La prima donna a capo di un importante partito politico in una delle culture politiche più maschiliste d’Europa, Meloni, 43 anni, è stata eletta a settembre come il nuovo capo dei conservatori e riformisti europei a livello dell’UE. In un’intervista a La Stampa, si è dichiarata, imperscrutabilmente, una ‘blairiana di destra’ . Si è presa la briga di suggerire che lei e il presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen sono sulla stessa lunghezza d’onda quando si tratta di tenere lontani i migranti illegali, ma ha anche deriso Bruxelles per l’incoerenza sulla politica estera mentre era ossessionata da ‘carote e vongole’. La Meloni è felice che l’Europa sia una vacca da reddito, a patto che non ci siano vincoli. Anche se l’Italia ha un disperato bisogno dei soldi dell’UE per il recupero, sostiene il veto dell’Ungheria e della Polonia all’assistenza che arriva con troppe condizioni. A casa, sta dividendo il voto conservatore con la Lega di Salvini – un sollievo per il premier Giuseppe Conte ma anche una preoccupazione, dato che i due leader ottengono il 40% del sostegno degli elettori. Con Fratelli d’Italia, l’unico partito italiano ad aumentare il numero di regioni che controlla nelle elezioni parlamentari dello scorso settembre – compreso il ribaltamento del bastione della sinistra delle Marche – Meloni ha messo in guardia l’intero panorama politico italiano”.

Si tratta di un ulteriore riconoscimento per la Presidente di Fratelli d’Italia, identificata come la leader emergente del centrodestra italiano e l’unica, come detto, ad aver potuto vantare un successo anche alle ultime elezioni regionali per aver conquistato uno storico bastione della sinistra come le Marche.

Prima della diffusione a livello mondiale della pandemia causata dal Covid-19, il Times aveva inserito Giorgia Meloni nella lista dei 20 personaggi che avrebbero potuto cambiare il 2020.

Il suo nome era comparso in un articolo intitolato “Stelle nascenti: Venti volti da guardare nel 2020”. La Meloni era l’unica italiana che era stata inserita nella seguente lista: Valerie Pécresse, Christopeher Luxon, David Hogg, Yegor Zhukov, David Adedeji Adeleke-Davido, Princess Leonor, Jimmy Sham, Gideon Saar, Yuri Dud, Amit Shah, Shinjiro Koizumi, Isabel Schnabel, Mikulas Minar, Markus Soder, Qassem Soleimani, Florence Pugh.

 


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments