Covid: il Giappone conosce la Cina e vive, l’Italia subisce la Cina e muore!


PERCHÉ LE FORZE DI OPPOSIZIONE NON ISTITUISCONO UN COMITATO TECNICO SCIENTIFICO OMBRA?

Di Lorenzo Capellini Mion

Fuori dai radar del giornale unico, dopo la Diamond Princess, senza l’imposizione di rigidi blocchi e senza la follia dei test di massa su persone sane, il Giappone può di gran lunga essere considerato il miglior esempio nel club di grandi democrazie industrializzate nella battaglia contro il virus di Wuhan, sia a livello ospedaliero che economico.

“Fin dall’inizio non abbiamo mirato al contenimento. Ciò richiederebbe l’identificazione di tutti i casi possibili, il che non è fattibile in un paese delle dimensioni del Giappone quando la maggior parte delle infezioni produce sintomi lievi o assenti. E poi anche se si testassero tutti una volta alla settimana non avrebbe senso la settimana successiva.”, dice tra l’altro Oshitani Hitoshi, un virologo che fa parte del gruppo di esperti che consiglia il governo.

E ha un miliardo di ragioni. Io mi chiedo ancora perché le forze di opposizione non abbiano da subito istituito un Comitato Tecnico Scientifico Ombra.

Il Giappone conosce la Cina, e vive.
L’Italia subisce la Cina, e muore.

 


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments