Oggi il mondo pecca contro l’Amore e la Verità


SAN GIOVANNI CI DÀ IL CRITERIO PER DISTINGUERE I VERI CRISTIANI DA CHI NON LO È

Di Padre Giuseppe Tagliareni

Può dire di conoscere Dio solo chi ne osserva i comandamenti. “Chi dice: “Lo conosco”, e non osserva i suoi comandamenti, è bugiardo e in lui non c’è la verità. Chi invece osserva la sua parola, in lui l’amore di Dio è veramente perfetto. Da questo conosciamo di essere in lui ” (1Gv 2,4-5).

S. Giovanni ci dà il criterio per distinguere i veri cristiani da chi non lo è, anche se si vanta di conoscere Dio, il Cristo e le Scritture.

Dio è paternità che si rivela in Gesù, che è il Figlio unigenito, vera Luce del mondo, e nell’amore fraterno, perché l’amore è la sua logica interna e solo chi ama dimostra di dimorare in Dio.

Oggi il mondo pecca contro l’Amore e la Verità: bestemmia l’Amore riducendolo a passione erotica e giustificandolo sempre; nega la luce della Verità rivelata, dicendo che ognuno ha “la sua verità”, che bisogna rispettare. Non si accetta la divina paternità perché si vuole fare la propria volontà e non quella di Dio.

Così il mondo vive nell’egoismo e nel caos; i cristiani come gli altri: non vivono nella Verità e nell’Amore.

I figli bisogna portarli al tempio, cioè a Dio che li ha dati. Vanno offerti a Lui, perché si compia il suo disegno su ognuno di loro.

Così fecero Giuseppe e Maria col Bambino Gesù. Un vero fedele diventa sempre “segno di contraddizione”, perché il mondo non ama Dio e non vuole il suo Regno.

Maria lo sapeva e la spada del dolore cominciò a penetrarne il cuore.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments