Gli Anticristi d’oggi propongono una “salvezza” terrena, basata su governo mondiale e Gran Reset


L’ELENCO DEGLI ANTICRISTI E’ MOLTO LUNGO E ARRIVA FINO A NOI

Di Padre Giuseppe Tagliareni

Nonostante tutte le prove e i miracoli, gli ebrei non riconobbero in Gesù il Messia atteso. Tutt’ora lo negano e ne aspettano un altro. “Chi è il bugiardo se non colui che nega che Gesù è il Cristo? L’anticristo è colui che nega il Padre e il Figlio” (1Gv 2,22).

L’elenco degli Anticristi è molto lungo e arriva fino a noi. Essi propongono un’altra salvezza: terrena, mondana, basata su un governo mondiale e sul Gran Reset.

S. Giovanni ci avverte: “Chiunque nega il Figlio, non possiede nemmeno il Padre” (v. 23).

Il pericolo di oggi è la perdita della fede in Cristo, che purtroppo è diventata quasi generale: niente preghiera, niente S. Messa, niente Sacramenti. Non c’è bisogno di conversione, né di penitenza, né di fare riti.

Chi è fedele a se stesso – dicono – all’umanità, alla Madre Terra, alla conversione ecologica sarà salvo. Invece no! Chi ha “l’unzione santa”, rimarrà fedele.

“E ora, figlioli, rimanete in lui, perché possiamo avere fiducia quando egli si manifesterà e non veniamo da lui svergognati alla sua venuta” (v. 28), che è certa come l’aurora.

Giovanni Battista testimoniò la verità: negò di essere lui il Cristo e lo dichiarò presente, anche se ancora sconosciuto.

Predicò per preparargli la via e invitò tutti alla conversione, ad aprire una via diritta, come udì da Dio nel deserto.

Ma attaccati alle loro posizioni dominanti, i potenti non gli hanno creduto e così non poterono credere a Gesù, quando egli si manifestò.

 


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments