“Non è Cristo che salva ma il vaccino”, dicono…


NON È CRISTO CHE SALVA, MA IL VACCINO; NON L’AMORE FRATERNO MA IL DISTANZIAMENTO; NON È IL PECCATO DA COMBATTERE, MA L’INQUINAMENTO; NON DOBBIAMO PARLARE DI GESÙ E DEL SUO VANGELO

Di Padre Giuseppe Tagliareni

È volontà di Dio che accogliamo suo figlio Gesù e ci amiamo gli uni gli altri.

Ma è pure importante il discernimento degli spiriti.

“Mettete alla prova gli spiriti, per saggiare se provengono veramente da Dio, perché molti falsi profeti sono venuti nel mondo” (1Gv 4,1).

Oggi ci sono tanti veggenti, messaggi e proposte di salvezza. Bisogna saper discernere, perché non tutto viene da Dio ed è possibile sia l’errore che l’inganno.

“In questo potete riconoscere lo Spirito di Dio: ogni spirito che riconosce Gesù Cristo venuto nella carne, è da Dio; ogni spirito che non riconosce Gesù, non è da Dio. Questo è lo spirito dell’anticristo che, come avete udito, viene, anzi è già nel mondo” (vv. 2-3).

Il padre della menzogna approfitta del momento per proporre la sua falsa salvezza: Non è Cristo che salva, ma il vaccino; non l’amore fraterno ma il distanziamento; non è il peccato da combattere, ma l’inquinamento; non dobbiamo parlare di Gesù e del suo Vangelo, ma della fratellanza universale. Il capitalismo dal volto umano salverà il mondo!

Spentasi la voce del Battista, Gesù, cominciando dalla disprezzata Galilea fa sentire la sua: “Convertitevi, perché il regno dei cieli è vicino”.

“Il popolo che abitava nelle tenebre vide una grande luce”: luce di verità è la sua parola; luce di santità è la sua vita; luce di gioia i suoi miracoli di guarigione, di perdono e di liberazione.

E le folle corrono a vedere.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments