Le nuove regole “inclusive” della Pelosi… cancellano le donne


NANCY PELOSI, LA PRIMA DONNA PRESIDENTE DELLA CAMERA, STA CANCELLANDO LE DONNE IN NOME DELL’INCLUSIVITÀ

Di Angelica La Rosa

“È ironico che Nancy Pelosi – la prima donna presidente della Camera – stia cancellando le donne in nome dell’inclusività”, ha dichiarato la presidente del Ruth Institute, la dott.ssa Jennifer Roback Morse, Ph.D., parlando delle regole sulla diversità della nuova Camera dei rappresentanti.

Le regole che sono state adottate sostituiscono “father,” “mother,” “son,” “daughter,” “sister” e “brother,” con “parent,” “child” e “sibling”. “Se stesso” e “se stessa” sono ora “se stessi”. La frase “Lui o lei serve” si trasforma in “tale membro serve”.

Morse ha risposto: “Non sono un coniuge, un genitore o un fratello. Sono una moglie, una madre e una sorella. È facile scrollarselo di dosso mentre la Presidente asseconda l’ala radicale del suo partito, dopo essere sopravvissuta a malapena a una sfida alla sua leadership. È anche facile ridicolizzare quest’ultima mossa. Ma i Sexual Revolutionaries sono mortalmente seri. E controllano un’immensa quantità di potere, denaro e influenza”.

La Morse ha osservato: “Imporre la rimozione di parole specifiche di genere è l’ultimo tentativo da parte dello Stato sessuale di prendere il potere creando una realtà alternativa. Nel mondo reale in cui viviamo ci sono uomini e donne, nient’altro. I Sexual Revolutionaries affermano che tutto ciò che vogliono fare è far sentire meglio gli uomini che pensano di essere donne e viceversa. In realtà, persone potenti come Nancy Pelosi stanno creando un flusso infinito di offese, grandi e piccole, in modo da poter accendere le persone ogni volta che vogliono”.

Che fine ha fatto il “seguire la scienza?”, verrebbe da chiedersi!

“È un dato di fatto scientifico che un uomo non diventa una donna dicendo che si ‘identifica’ come una donna, o alterando il suo corpo con interventi chirurgici e farmaci. Allo stesso modo, cambiare le regole della Camera dei Rappresentanti per scartare termini specifici di genere non avrà assolutamente alcun effetto sulla natura umana. La biografia ufficiale di Pelosi menziona il suo “marito” e il suo defunto “padre”. In quanto sostenitrice dell’inclusione linguistica, non dovrebbe cambiarla in “coniuge” e “genitore”?”, si è chiesta la Morse.

“Durante il dibattito sul matrimonio gay ho avvertito che tagliare il matrimonio libero dal genere avrebbe portato alla fine del linguaggio di genere e alla fine del genere stesso”, ha ricordato la Morse. “L’obiettivo non era davvero quello di migliorare la vita della coppia lesbica della porta accanto. Il vero scopo del gioco era, ed è, creare un mondo di sogni in cui il sesso del corpo è completamente irrilevante per qualsiasi cosa nella legge e nella società. Niente più madri e padri sui certificati di nascita: solo il genitore A e il genitore B. Ora eccoci qui, a meno di dieci anni di distanza, con la completa cancellazione femminile”.

Lo scorso agosto, il Ruth Institute ha espresso preoccupazioni simili quando la CNN e l’American Cancer Society hanno sollecitato lo screening del cancro per “individui con cervice”, frase usata in sostituzione del termine “donne”.

“Tutto questo non è uguaglianza. È un’ideologia di fantasia. È una tirannia misogina”, ha concluso la Morse.

 


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments