“L’ultimo dogma”, per riflettere su Maria Corredentrice, Avvocata e Mediatrice di tutte le Grazie


LE RIFLESSIONI DI DARIO MARIA MINOTTA SUL QUINTO DOGMA MARIANO MANCANTE: MARIA CORREDENTRICE, AVVOCATA E MEDIATRICE DI TUTTE LE GRAZIE, UN DOGMA “PER IL TRIONFO DEL CUORE IMMACOLATO DI MARIA”

Di Matteo Orlando

La storia del quinto dogma mariano mancante: Maria Corredentrice, Avvocata e Mediatrice di tutte le Grazie. È questo il contenuto del nuovo testo di Dario Maria Minotta, fondatore del Movimento Gospa.

L’ultimo dogma“, questo il titolo del libro (vedi qui), è diviso in tre parti.

La prima – la più semplice – analizza brevemente la figura di Maria nei Vangeli e il nostro rapporto con Lei che è la Madre.

La seconda presenta la definizione del quinto dogma mariano mancante e la sua tormentata storia.

La terza – la più approfondita dal punto di vista teologico – espone e motiva la necessità dei riconoscimenti dei titoli di Corredentrice, Mediatrice e Avvocata alla Vergine Santissima per dogma di fede.

Minotta riporta i fondamenti biblici, teologici e la necessità del riconoscimento di questo dogma per il trionfo del Cuore Immacolato di Maria.

L’autore invita anche i lettori ad interrogarsi per capire se nel proprio cuore, nel proprio intimo, si percepisce Maria realmente come l’Avvocata, la Corredentrice e la Mediatrice di tutte le grazie. Questo proprio perché la Chiesa non inventa né crea un dogma, ma dichiara dogma di fede una realtà vissuta e creduta dandone certezza assoluta.

“Noi crediamo che Maria è la Donna che dalla Genesi all’Apocalisse – secondo il disegno di Dio Padre – è sempre legata al Figlio, ‘appoggiata al suo diletto’ (Ct 6,10), a Lui inseparabilmente unita nella lotta contro il nemico infernale e nella realizzazione della sua stessa missione salvifica in nostro favore”, scrive l’autore e noi ne siamo profondamente convinti.


Subscribe
Notificami
1 Commento
Oldest
Newest
Inline Feedbacks
View all comments

Il problema non è il mio o il nostro parere…quanto piuttosto quello del Papa, il quale si è espresso pubblicamente contrario a questo dogma.